“Ragusa – Generation radio”, terminato il progetto Radio della Ang

96

Trenta i podcast radio realizzati durante il percorso “ANG In Radio #piùdiprima RAGUSA – Generation Radio” che, in questi mesi a cavallo tra il 2020 e il 2021, ha trattato tantissimi temi, dalla lotta contro la discriminazione, alla valorizzazione del territorio ragusano e ai diritti e alla cittadinanza, fino all’occupabilità giovanile e alla tutela dell’ambiente. Proposto dalla ANG (Agenzia Nazionale Giovani) e vinto dall’associazione ragusana Generazione Zero – in collaborazione con Attiva-Mente, Ragusa Prossima Giovani, Rinascita Verde e Associazione Tetti Colorati – il progetto ha superato le 10.000 visualizzazioni.

I ragazzi di Generazione Zero, Sandro Tumino, Simone Lo Presti, Sebastiano Cugnata, Giovanni Massari e Salvatore Schininà hanno animato le puntate insieme a numerosi ospiti, “Roles models”, “European peers” e attori di comunità, permettendo a decine di ragazzi di mettersi in gioco, acquisendo nuove competenze. La presentazione di modelli positivi ha avuto il posto centrale nella strategia narrativa della radio e i giovani, provenienti da diversi settori, hanno avuto modo di presentare le loro idee e di coinvolgere tante persone.

Il rapporto di collaborazione tra le antenne radio e la radio nazionale ANG ha permesso di creare un network stabile che ha rafforzato l’operato dell’agenzia, del programma Erasmus+ e delle associazioni stesse che hanno partecipato a questa avventura.

Un punto cruciale della web radio è stato di favorire la formazione e la partecipazione dei più giovani attraverso metodi di educazione non formale. Il progetto “ANG IN Radio #piudiprima RAGUSA – Generation Radio” intende dare ai giovani opportunità di confronto e formazione uniche, all’interno di un’esperienza che fa della radio il medium privilegiato di confronto.

Sandro Tumino, referente del progetto: “Il bando ANG mirava primariamente a creare delle reti giovanili nuove sui territori e a valorizzare tutti quei talenti all’interno di un formato radio digitale innovativo e gestito da giovani, presentando agli stessi le opportunità europee loro rivolte. Ang-generation Radio Ragusa ha raggiunto in maniera piena i suoi obiettivi di strutturazione e coordinamento di una rete di giovani; l’associazione ed il partenariato, infatti, si sono impegnate intensamente in un’opera di emersione delle realtà informali e di contatto con le stesse. L’emergenza covid-19 ed i lockdowns non hanno aiutato negli obiettivi di coinvolgimento dei più svantaggiati e vulnerabili, per i quali era stata prevista l’accoglienza nelle sedi itineranti del centro storico per favorirne l’inclusione. Tuttavia l’associazione ha voluto favorire tutte quelle entità che si occupano di aiutare i giovani in difficoltà, i migranti e chi è colpito da vulnerabilità più o meno gravi. Generation Radio è entrata a pieno titolo nella strategia comunicativa del partenariato e rappresenta un punto di incontro e rilancio per raccontarsi ai giovani e alla comunità di riferimento. Per il prossimo futuro prevediamo la creazione di un appuntamento costante con un format innovativo e che coinvolga altri canali di divulgazione come Twitch, un format a cui parteciperanno anche i ragazzi alternanza scuola lavoro e tutte le persone interessate a creare un prodotto nuovo e divertente”.

 Sono stati prodotti 30 podcast radio che si possono ascoltare sul sito: https://www.generazionezero.org/ragusa-generation-radio/ o sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/GenerationRadioRagusa