La morte di Stefania Di Maria, il 6 ottobre udienza in Tribunale per chi l’ha investita

1479

Procedeva tranquillamente per la sua strada, a una velocità moderata, ben al di sotto dei limiti, agganciata alla cintura di sicurezza, attenta e scrupolosa come sempre. Purtroppo non le è bastato: la sua unica “colpa” è stata quella di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Al termine delle indagini preliminari, il Pubblico Ministero della Procura di Ragusa, dott. Francesco Riccio, titolare del procedimento penale per il reato di omicidio stradale per la tragica morte, a soli 52 anni, della ragusana Stefania Di Maria, ha chiesto il rinvio a giudizio per il conducente del furgone che, invadendo la corsia opposta in corrispondenza di una curva, ha causato il terribile incidente: si tratta di A. D., 54 anni, residente a Santa Croce Camerina. Riscontrando la richiesta, il Gup del tribunale, dott.ssa Eleonora Schininà, ha dunque fissato per il 6 ottobre 2021, dalle 9, l’udienza preliminare di un processo dal quale i familiari della compianta dipendente comunale del Comune di Ragusa, che sono assistiti da Studio3A, si attendono giustizia.