Focolaio in un coro. Aliquò: “La variante degli sprovveduti”

2878
Sono 20 le persone contagiate in un coro di una parrocchia del Ragusano.
“Se non fosse da piangere ci sarebbe da ridere: ma davvero per adesso non si può fare a meno di un coro?” a scriverlo in un post su Facebook e il Direttore Generale dell’Aso, Angelo Aliquò.
“Evidentemente no! Così, dopo il sassofonista che questa estate ha spruzzato il virus tra i tavoli degli invitati di un paio di matrimoni, ecco i nuovi fenomeni: i coristi.
Altri contagi e altre persone in pericolo di vita. Altra sofferenza, altre lacrime e ancora paura (dopo però, in ritardo).
E altro duro lavoro per il personale sanitario fuori e dentro gli ospedali.
E speriamo che finisca bene”.