Aveva pescato 300 ricci: multa per duemila euro

1057

Nella mattinata di ieri, si è conclusa una mirata operazione per contrastare il fenomeno della pesca illegale di ricci di mare. nello specifico, militari della capitaneria di porto di Pozzallo, hanno colto sul fatto un pescatore subacqueo che aveva appena catturato 300 esemplari di ricci di mare. Il cittadino è stato “sorpreso” dall’arrivo dei militari in borghese che giungevano presso la spiaggia di Playa Grande del comune di Scicli proprio nel momento del suo arrivo sull’arenile. Il trasgressore, in tenuta da sub e con sacche portapesci contenenti il pescato illegalmente prelevato dalla scogliera, veniva quindi sottoposto a controllo dal quale venivano individuati 300 esemplari di ricci di mare a fronte del limite massimo consentito di 50. In considerazione degli accertamenti svolti e’ stato quindi redatto un processo verbale di illecito amministrativo con una sanzione di 2000,00 euro, oltre il sequestro del pescato, previsto come pena accessoria ai danni del pescatore subacqueo, per l’inosservanza delle norme sulla pesca sportiva e/o ricreativa del riccio di mare. Il pescato successivamente, e’ stato rigettato in mare in quanto ancora allo stato vitale. l’operazione portata a termine è sicuramente una attività di rilievo, che dimostra il costante impegno della guardia costiera per garantire il rispetto della legalità nel comparto della pesca. Il personale della capitaneria continuerà a rimanere vigile e attento sulla materia, e tali operazioni continueranno ad essere programmate ancora in futuro.