La cantautrice Rossella Aliano presenta a The Globe il nuovo album

172

La Sicilia ci ha abituati ormai da tempo a veder fiorire talenti musicali mai scontati o banali, ma sempre, in qualche modo, sorprendenti. Una di questi è certamente Rossella Aliano, la cantautrice catanese che ieri sera ha presentato a Ragusa, dal palco di The Globe, il secondo album da solista, “Abracadabra”.

La sua è una voce graffiante, calda e sensuale, che si muove senza soluzione di continuità tra rock, folk e cantautorato della migliore scuola, con una tensione verticale verso l’elettronica e i viaggi siderali. La sua scrittura, intima, poetica, a tratti sognante, in altri momenti ancora impetuosa e vorticante, è sempre potente. La stessa potenza che la avvicina, almeno nell’ispirazione, ad altre cantautrici della nostra terra, o, come forse preferirebbero definirsi loro stesse, “cantantesse”.

“Abracadabra”, il titolo del suo nuovo lavoro che segue, a distanza di quattro anni, il precedente “Blood Moon”, letteralmente vuol dire “creo come penso”, e vuole essere, nelle intenzioni dell’autrice, “un preludio, raccontare una trasformazione, l’alba di un nuovo mondo”.

Sul palco insieme ad Aliano una band composta da musicisti che condividono con lei radici e affetti: Gianpiero Vassallo e Luca Pattavina alle chitarre, Salvatore La Rocca al basso e Paolo Scutto alla batteria. Il palco è quello di The Globe, un piccolo teatro di periferia “unconventional”, come amano definirlo i suoi animatori culturali, che offre un ricco programma mensile di musica dal vivo contraddistinto dalla qualità delle proposte e dalla ricerca fuori dai binari del mainstream. E anche, date le enormi difficoltà attraversate in questo ultimo anno e mezzo da chi continua a voler fare cultura, da un coraggio effettivamente non convenzionale.

Il prossimo appuntamento a The Globe è venerdì 8 ottobre alle 22 con 1,21 GGWTTS, via Giovanni Spampinato 12.