Santa Croce, inaugurato un nuovo spazio per accogliere persone con disabilità

118

E’ stata inaugurata la nuova sede del centro socio-ricreativo. Si tratta di un centro di accoglienza per diversamente abili che rientra nel ‘piano di zona’ di un più ampio progetto che interessa i comuni appartenenti al Distretto Socio-Sanitario 44.

La nuova sede è stata individuata nell’ex caserma dei Carabinieri ed ex sede della BaPR, adiacente al mercato ortofrutticolo di Santa Croce Camerina. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti: i familiari e amici, il parroco don Salvatore Puglisi, il comandante della stazione dei Carabinieri Luciano Vanini, la comandante della Polizia Locale Maria La Rosa, l’assistente sociale Giuseppina Sallemi, rappresentanti della ASC kamarinense ed un rappresentante del mercato ortofrutticolo, Francesco Emmolo il quale si è messo a disposizione della struttura.

Locali sono a piano terra, con ampi spazi per garantire sicurezza e confort agli ospiti del centro ricreativo. A gestire il centro sarà la Cooperativa Artemide di Comiso. Gli operatori che assisteranno i ragazzi disabili sono tutti di Santa Croce Camerina: Claudia Paolino, Lucia Ingallinera, Giovanni Zisa, e altro personale Artemide per il raggiungimento degli obiettivi. Durante gli incontri, ci saranno momenti dedicati alla ceramica e alla musico-terapia e attività varie di gruppo.

“Un’altra bella pagina per Santa Croce – ha commentato il Sindaco, Giovanni Barone – nella direzione della socializzazione e crescita socio-culturale e umana della nostra città. Nella qualità di presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto 44, posso assicurare che il progetto continuerà anche nei prossimi tre anni, per consentire una maggiore socializzazione dei nostri ragazzi del centro. Importante e significativa è stata anche la presenza ieri delle famiglie che accompagnano i ragazzi, insieme agli operatori, in un percorso sociale quotidiano.”