“La Bella e la Bestia”: grande successo al Teatro Don Bosco

148

“Un percorso lungo un anno, in cui i ragazzi hanno potuto far emergere i propri talenti e guardarsi dentro, scoprendo la bellezza che abita dentro di loro”.

 

Così Valentina Distefano, presidente de I Tetti Colorati Onlus, e coordinatrice delle attività del progetto Ri-Belli, ha presentato lo spettacolo del Laboratorio Teatrale “Ri-Belli per esprimersi”, un adattamento de “La Bella e la Bestia”, in scena sabato scorso alle 20 al Teatro Don Bosco di Ragusa.

 

Teatro pieno in ogni ordine di posti, a sancire il grande successo di un’esperienza, avviata da oltre un anno, che ha visto il coinvolgimento di 25 bambini di età compresa tra gli 8 e i 17 anni.

 

Il progetto “Ri-Belli” è selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

 

“Proprio come i protagonisti della fiaba in scena questa sera – ha sottolineato Valentina – i partecipanti al Laboratorio hanno potuto ricominciare a sognare nel momento in cui è cambiato il proprio modo di percepirsi, iniziando a credere in se stessi e, andando oltre ogni scoraggiamento, paura o diffidenza, hanno imparato a guardare il diverso da sé come portatore di originalità e ricchezza, in sintesi, di bellezza”.

 

Attraverso una serie di incontri settimanali, i partecipanti hanno appreso gli strumenti teorici e pratici utili proprio alla predisposizione di uno spettacolo teatrale, sotto la guida di Fabio Guastella, Abaco – Il Teatro Conta, coadiuvato da Francesca Castiglione, psicologa e animatrice de I Tetti Colorati Onlus.

 

“E’ davvero emozionante – ha dichiarato Fabio Guastella, che si è occupato anche della regia dello spettacolo – tornare a vedere un teatro pieno in un’occasione, peraltro, così bella e particolare. I ragazzi sono stati meravigliosi, perché  in un percorso difficile, come quello iniziato un anno fa, perchè la pandemia non ci ha risparmiato, non hanno mai mollato. E, insieme, siamo riusciti ad andare oltre ogni criticità. I ragazzi sono alla prima esperienza, e per questo vi prego di regalargli tanto calore, perchè lo meritano davvero. Durante quest’anno hanno appreso nozioni che non conoscevano e sono orgoglioso di loro, a prescindere dal talento, che c’è, perché sono stati capaci fare gruppo e di essere una squadra che, in sintesi, è l’obiettivo principale di questo progetto”.

 

Tra i partecipanti al laboratorio in scena Gaia Blanco, Carlo Di Ottavio Carbone, Aurora Manenti, Marta Manenti, Dilan Nader, Halbast Nader, Hojin Nader, Lorenza Blanco, Ettore Onun e Francesca Pitrolo.

 

Particolarmente soddisfatta anche Francesca Castiglione che, nel corso dello spettacolo, si è occupata dell’aiuto-regia.

 

“Ri-Belli per esprimersi – afferma Francesca – è un progetto molto ambizioso e bello. Il nostro è stato un anno di incontri, prove, sacrifici che non avremmo potuto mai portare a compimento senza l’aiuto, prezioso e insostituibile, delle famiglie dei partecipanti che ci hanno dato fiducia e che sono stati accanto a noi durante tutto il percorso. La famiglia di Ri-Belli è molto grande ed è come se ci foste anche voi sul palco. Il filo conduttore del nostro progetto è la bellezza, la spensieratezza e l’armonia. E questo spettacolo, ma soprattutto i nostri ragazzi, ne sono l’esempio più bello, in termini di impegno, rete e condivisione,  che hanno caratterizzato tutti i momenti di questa splendida avventura”.

 

Ad assistere i ragazzi in scena Sofia Antoci, Alessia Benigno e Roberta Raniolo, mentre Elisa Alescio si è occupata della scenografia, con il supporto della creatività degli stessi partecipanti al laboratorio e dei costumi, davvero splendidi e originali, che hanno garantito un tocco di ulteriore classe ad una rappresentazione salutata con grande entusiasmo da tutti i partecipanti.

 

Al termine dello spettacolo, i bimbi partecipanti al Laboratorio educativo per l’infanzia, Ri-Belli per Crescere, hanno regalato ai protagonisti dello spettacolo, insieme agli attestati di partecipazione al laboratorio, delle piccole rose realizzate direttamente da loro.

 

 

“Ovviamente – sottolinea Valentina Distefano in conclusione – il Laboratorio Teatrale non finisce qui. Sono previste delle repliche serali ed altre all’interno degli istituti scolastici del nostro territorio, nonché una tournée in altre regioni italiane grazie al sostegno dei nostri partner di supporto. Inoltre potranno essere assegnate delle doti educative a 10 ragazzi per consentire loro la partecipazione e l’ingresso in scuole teatrali del nostro territorio”.