Scherma, tre giovani modicani vice-campioni regionali U14

67

Nel weekend appena trascorso il Palasport di Santa Venerina ha ospitato i Campionati Regionali under14, valevoli oltre che per l’assegnazione dei titoli, come ultima tappa di qualificazione per i Campionati Italiani del Gran Premio Giovanissimi. Ottimi risultati per i giovanissimi schermitori modicani a cui è mancato solo l’acuto finale, laureando tre nuovi vice-campioni regionali. Medaglia d’argento per Carla De Leva nella categoria giovanissime fioretto, fermata in finale dalla niscemese Malvè. Secondo gradino del podio anche per Roberto Calandrino nella categoria ragazzi fioretto, che ha ceduto in finale al catanese Giovita. Infine ancora un secondo posto con Edoardo Aprile nella categoria allievi fioretto, sconfitto nel match per il titolo dal catanese Sinatra. In evidenza sul podio con il terzo posto anche Federico Puglisi nei ragazzi di fioretto maschile ed Ottavia Iacono nella categoria ragazze di fioretto femminile. Finale ad otto conquistata invece per Andrea Cartia e Carlo Sasso nei ragazzi fioretto, Marco Buscema e Giorgio Giurdanella negli allievi fioretto, Lukas Goerblich negli allievi spada e Sofia Lucifora nelle allieve spada. Parimenti all’attività internazionale anche quella nazionale vivrà un mese di maggio particolarmente frenetico, si comincerà il prossimo weekend, con un doppio appuntamento: a Rovigo per la Coppa Italia Cadetti e Giovani, a Benevento con la Prova Nazionale Paralimpica e Non Vedenti. A Rovigo una lunga quattro giorni di gara assegnerà gli ultimi 16 posti disponibili in ogni categoria per i rispettivi Campionati Italiani; nutrita la delegazione guidata dai maestri Pedriglieri e Giurdanella con 11 atleti modicani in gara. Domenica 1 maggio invece a Benevento guidati dal maestro Puglisi, gli atleti paralimpici e non vedenti tireranno per la qualificazione al Campionato Italiano Assoluto Paralimpico di giugno a Macerata.

 

 

Intanto, appena il tempo di assaporare il “dolce” ritorno sul podio in Coppa del Mondo sulle pedane di Belgrado, che per Giorgio Avola è già tempo di rifare le valigie. Il circuito internazionale vola a Plovdiv (Bulgaria) dove nel weekend il fioretto maschile affronta la quarta tappa dell’anno. Un finale di stagione che si rivela particolarmente intenso e con gare ravvicinate, nel tentativo di recuperare quanto più possibile una regolare attività, dopo le numerose cancellazioni e rinvii degli appuntamenti d’inizio stagione.

Per Avola, la finale al Cairo e il podio a Belgrado hanno significato anche il ritorno tra i primi 16 al mondo; il che significa entrare in gara direttamente dal tabellone principale a 64, evitando la lunga trafila dei turni preliminari di qualificazione. Sabato 30 aprile sarà quindi il giorno di debutto per il portacolori modicano sulle pedane bulgare; ultimo appuntamento europeo, prima di volare a metà maggio in Corea per l’ultima tappa di questa anomala stagione di Coppa del Mondo.