Comiso riabbraccia il suo patrono: San Biagio torna tra la gente

287

Comiso in festa per il patrono. E quest’anno sarà una festa speciale, perché tornano le celebrazioni esterne, con la processione.

Dopo tre anni, la cittadinanza avrà la possibilità di riabbracciare il simulacro del vescovo di Sebaste. La processione per le vie della cittadina casmenea è in programma per domenica 10 luglio, il giorno della festa. Da oggi, invece, i festeggiamenti prendono il via. Per tutto il mese di luglio, nella chiesa di San Biagio, alle 9 la celebrazione eucaristica, alle 18,30 la recita del Rosario e la coroncina, alle 19 la celebrazione eucaristica. Domani, alle 19, ci sarà la santa messa presieduta dal vescovo di Ragusa, mons. Giuseppe La Placa, con la partecipazione del convegno di Cultura “Beata Maria Cristina di Savoia” Comiso – Valle dell’Ippari, in occasione del ventennale della fondazione. Da lunedì, invece, sino a venerdì 8 luglio, settimana in preparazione ai solenni festeggiamenti del santo patrono. Le celebrazioni eucaristiche saranno presiedute dal sacerdote Innocenzo Mascali, rettore della chiesa di San Biagio. L’illuminazione sarà allestita dalla ditta Novarlux di Da Campo Ferrara Giuseppe e Da Campo Santo di Novara di Sicilia. I fuochi pirotecnici, nella misura in cui consentiti dalle autorità competenti, saranno effettuati dalla ditta Fire&Air Show di Gianvito Salvo di Comiso. Infine, l’addobbo floreale dell’altare del santo patrono è offerto dalla famiglia Nannaro e realizzato da Fiorirà mentre quello del simulacro di San Biagio è offerto da Fabjan Bejko e realizzato da Giovanni Ferlante.