Abbandono dei rifiuti in strada. Il Comune ora sequestrerà l’auto

1821
autocivetta
Immagine di repertorio
Il Comune di Ragusa ha disposto il sequestro  cautelare dei veicoli impiegati per l’abbandono di rifiuti.
Lo annuncia il sindaco Cassì in un post:
“La lotta all’inciviltà rappresenta un impegno costante, ma è evidente come in molti casi la sanzione pecuniaria non si riveli sufficientemente idonea a raggiungere gli obiettivi di prevenzione, repressione e contestuale rieducazione. Il suo mancato pagamento, infatti, non è adeguatamente e immediatamente perseguito dalle norme vigenti, rendendo talvolta incerto l’esito del provvedimento.
Per contrastare comportamenti che ledono in maniera grave il nostro territorio, urbano e naturale, diventa quindi necessario dotarsi di strumenti nuovi e più incisivi, aggravando le conseguenze giuridiche a carico dei trasgressori e di chi non ha estinto la sanzione entro i termini previsti.
Per questo motivo, dopo aver preso in esame quanto recentemente adottato da altri Comuni, abbiamo approvato una delibera di Giunta che prevede il sequestro cautelare dei veicoli impiegati per l’abbandono di rifiuti (e in generale dei beni utilizzati per commettere la violazione o occultarne le prove), nonché la successiva confisca nei casi in cui la relativa sanzione non sia stata saldata entro la scadenza prevista.
Una volta confiscati, i beni saranno alienati, assegnati o devoluti a soggetti pubblici, secondo le normative vigenti”.