Presepe vivente a Giarratana, gli ‘Amici ro Cuozzu’ già al lavoro

175

Con la classica azione di ripulitura, destinata a rendere il sito in cui si terrà la suggestiva rappresentazione fruibile in tutti i suoi aspetti, ha preso il via, domenica scorsa, la tappa di avvicinamento alla prima giornata della 30esima edizione del presepe vivente di Giarratana. Sono stati “Gli amici ro Cuozzu”, l’associazione culturale che si occupa, con il patrocinio del Comune, di organizzare il tradizionale evento, che in paese richiama migliaia di visitatori, a darsi da fare sotto vari aspetti per eliminare qualche piccola anomalia nelle stanze in cui si terranno i veri e propri “quadri viventi”, garantire una pulizia all’altezza della situazione nella parte sommitale che ospita la capanna e assicurare la scerbatura in tutti i sentieri che saranno percorsi dai visitatori. Un modo, tra l’altro, produttivo di stare assieme, per cementare e saldare ulteriormente i legami di un gruppo che vuole curare ogni minimo dettaglio per riuscire a restituire piena dignità a una rappresentazione che intende presentarsi a chi verrà a visitarla al meglio delle proprie possibilità. “Curare ogni aspetto non è semplice – dice Rosario Linguanti, presidente dell’associazione – ma, forti dell’esperienza che abbiamo maturato nel corso di questi ultimi anni, cercheremo di fare un buon lavoro perché la visita al nostro presepe possa essere una esperienza da non dimenticare, soprattutto perché si tiene sotto le feste di Natale e quindi ha l’opportunità di potere contare su una vera e propria atmosfera magica, senza perdere di vista il senso del sacro che in eventi del genere, secondo noi, assume la propria preponderanza”. Le giornate in cui si tiene il presepe sono il 26 e il 30 dicembre, oltre all’1, 5 e 6 gennaio del 2023. L’ingresso dalle 17,30 con la biglietteria che sarà aperta dalle 17 e sino alle 20,30. Per ulteriori info, è possibile visitare il sito www.presepegiarratana.it.