Picchia i carabinieri che provano a calmarlo: arrestato

719

Militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Vittoria, unitamente a personale della Stazione Carabinieri di Comiso, sono intervenuti nel Comune di Comiso a seguito di una richiesta di intervento pervenuta 112 da parte del proprietario di un ristorante che segnalava la presenza di una persona molesta.

Immediatamente i militari sono giunti sul luogo e hanno riscontrato la presenza di un italiano, identificato in B.C.B., 51 anni, in forte stato di alterazione psico-fisica e da subito insofferente alla presenza dei militari sul posto.

Durante le fasi dell’identificazione ha iniziato a inveire contro i militari, minacciandoli ad alta voce, nonché con un gesto repentino e dissimulato ha fatto cadere a terra un coltello a serramanico in suo possesso, convinto di non essere visto dagli operanti.

I militari lo hanno notato e hanno deciso di approfondire i controlli ma, nel tentare di recuperare il coltello da terra, sono stati aggrediti dal B.C.B. con spintoni e strattonamenti in un crescendo di violenza culminati con uno schiaffo a uno dei militari.

Dopo tale gesto, e dopo i numerosi vani inviti di ritorno alla calma, i militari hanno cercato di contenere la condotta aggressiva e la resistenza attiva che opponeva il B.C.B. fino a capitolare a terra.

Comunque i militari, nonostante l’aggressività dell’uomo sono riusciti a bloccarlo.

Dopo aver esperito le formalità di rito, i militari si sono fatti refertare in ospedale.

È stato arrestato per resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale e posto ai domiciliari in attesa della convalida.