Un treno da Ragusa a Catania, passando per l’aeroporto di Comiso

4196

Una ferrovia diretta da Ragusa a Catania. Il sogno di tanti, che potrebbe non restare solo un sogno. Ieri, al Centro polifunzionale di viale Colajanni, a Ragusa, un incontro promosso da Cub Trasporti, Legambiente e Comitato Pendolari Siciliani, per parlare di ferrovia e di fake news. È stato Claudio Conti di Legambiente Ragusa a parlare di un possibile collegamento ferroviario diretto con Catania, riportando due soluzioni. La prima, ritenuta meno praticabile per via dei costi e del tracciato, unirebbe Ragusa a Catania per la via montana, con un costo stimato in 800milioni di euro. Un’opzione apparsa su un sito internet siciliano, ma non verificata con Rete Ferrovie Italiane né con la Regione. Tale soluzione è ritenuta però la più difficile da praticare: troppe galleria da scavare e troppe difficoltà burocratiche, oltre agli alti costi. La soluzione proposta ieri, invece, metterebbe in connessione Ragusa e l’attuale stazione ferroviaria di Vizzini, con possibilità poi di proseguire per Catania sull’attuale linea Vizzini – Catania; questo nuova tratta ferroviaria servirebbe l’aeroporto di Comiso. Meno gallerie, tracciato più breve, costi stimati in circa mezzo miliardo di euro. Tale opzione avrebbe tempi di percorrenza molto simili rispetto a quelli del bus per Catania: da Ragusa al capoluogo etneo in 2 ore, da Vittoria ci si starebbe di meno (105 minuti). Inoltre sarebbe connesso l’aeroporto di Comiso sia verso la zona di Licata che verso quella di Pozzallo. Ad oggi, peraltro, non esiste un collegamento diretto con lo scalo comisano attraverso i bus. È stato, poi, Pippo Gurrieri della Cub Trasporti a sfatare una serie di tabù e fake news sulla ferrovia già esistente ovvero la linea Siracusa – Ragusa – Caltanissetta. Non mancano, ha chiarito, le inefficienze, ma spesso si parla di ferrovia senza nemmeno conoscere ciò che realmente offre. Occorrono aggiungere più corse di treni alle attuali, bisogna rivedere gli orari, è indispensabile ripristinare le corse domenicali e festive su tutta la linea Siracusa – Ragusa – Caltanissetta. Ma la ferrovia resta una grande risorsa, perché viaggiare in treno è più comodo, più sicuro e più ecologico. Presenti all’incontro i deputati regionali Stefania Campo e Nello Dipasquale, insieme ai sindaci di Comiso e Ragusa. Dai due parlamentari è stata ribadita la disponibilità a lavorare insieme, alla Regione, per intervenire migliorando il servizio.