Furto di energia elettrica a Vittoria e Chiaramonte, due arresti  

453

Un uomo di 83 anni,S.C., è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri della stazione di Chiaramonte Gulfi con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica poiché commesso con violenza e su cose destinate a pubblica utilità. Vista l’età è stato sottoposto agli arresti domiciliari. L’allaccio è stato scoperto dai Carabinieri che, passando vicino all’abitazione dell’uomo, hanno notato dei fili fuoriuscire da un palo dell’illuminazione pubblica, senza alcun isolamento. Una situazione che costituiva, tra l’altro, un grave pericolo per i passanti. Insospettiti hanno quindi chiamato il personale tecnico di E-Distribuzione i quali hanno accertato l’allaccio abusivo realizzato per alimentare una pompa idraulica sommersa utilizzata per l’estrazione dell’acqua da un pozzo all’interno della proprietà dell’indagato.
Dentro l’abitazione dell’uomo, poi, i Carabinieri hanno accertato che il contatore era stato manomesso. I militari hanno quindi proceduto al sequestro dei cavi elettrici utilizzati per realizzare l’impianto elettrico e arrestato l’uomo in flagranza.

Per lo stesso reato i Carabinieri di Vittoria hanno arrestato  un uomo di 62 anni, S.M. che aveva realizzato un cablaggio irregolare di cavi elettrici per bypassare il contatore della misurazione del consumo di energia elettrica. Anche in questo caso l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per il furto aggravato di energia elettrica poiché commesso con violenza e su cose destinate a pubblica utilità, venendo sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

SONY DSC