Diocesi di Ragusa, nuove nomine e avvicendamenti

2271

Il vescovo, monsignor Giuseppe La Placa, ha inviato una lettera ai sacerdoti all’avvio del nuovo anno pastorale. Contiene una serie di comunicazioni e di appuntamenti che scandiranno la vita della comunità ecclesiale sin dalle prossime settimane.

 

Nomine e avvicendamenti: don Giuseppe Iacono jr nuovo parroco di San Giovanni Maria Vianney

 

Don Giuseppe Iacono Jr diventerà parroco della parrocchia S. Giovanni Maria Vianney in Ragusa, mentre don Giovanni Mandarà presterà la sua collaborazione a Santa Croce Camerina. Lo stesso don Giuseppe Iacono Jr offrirà la sua collaborazione nella parrocchia Maria SS. Nunziata in Ragusa, mentre il sac. Salvatore Puglisi collaborerà nella parrocchia Sacro Cuore di Gesù in Ragusa.

Don Vincenzo Guastella, dopo avere conseguito la licenza in Teologia morale, andrà a Roma, all’Accademia Alfonsiana, per frequentare i corsi per il conseguimento del dottorato; prenderà il suo posto, ad Acate, fra’ Salvatore Frasca, che lascia Santa Croce Camerina; don Luca Tuttobene, in vista del nuovo assetto della parrocchia S. Luigi Gonzaga in Ragusa – che verrà portato a termine in tempi brevi – è stato trasferito a Santa Croce Camerina.

Il vescovo ha rivolto un pubblico ringraziamento a tutti gli interessati «per la pronta disponibilità con cui hanno accettato i trasferimenti».

 

 Nuovo assetto della parrocchia San Luigi Gonzaga in Ragusa

 

Dopo un impegnativo percorso di discernimento si è ritenuto opportuno attribuire alla parrocchia Preziosissimo Sangue di N.S.G.C. il territorio che si trova alla sinistra del Viale delle Americhe (tenendo la rotatoria di S. Luigi alle spalle), mentre quello che si trova sulla destra del Viale delle Americhe – comprensivo della chiesa parrocchiale – passerà alla parrocchia S. Pio X, il cui parroco verrà nominato anche parroco della parrocchia S. Luigi Gonzaga, che – di conseguenza – manterrà il suo titolo e l’esistenza giuridica.

 

Il 7 ottobre ordinazione presbiterale diacono Mario Modica

 

«È con grande trepidazione» – scrive il vescovo – che stiamo tutti attendendo il 7 ottobre, giorno in cui sarà ordinato presbitero il diacono Mario Modica. «Dopo gli ultimi anni, in cui la diocesi ha “digiunato” per la mancanza di ordinazioni presbiterali, il conferimento del sacro ministero dell’Ordine a questo nostro fratello – per me il primo da quando sono vescovo – sia per tutti noi – scrive monsignor La Placa – motivo di ringraziamento al Signore e occasione per chiedere che il cammino della nostra diocesi sia sempre ricco di vocazioni al sacerdozio». Mario Modica, da parte sua, a settembre inizierà il secondo anno della sua permanenza a Roma, in vista del conseguimento della licenza in sacra Liturgia alla Pontificia Accademia S. Anselmo.