Fuochi d’artificio senza autorizzazione, tre denunciati a Vittoria

1009
Immagine di repertorio

Tre persone sono state sorprese, individuate e denunciate a Vittoria dalla Polizia di Stato perché ritenuti responsabili dell’accensione abusiva di fuochi pirotecnici in luogo pubblico. 

In particolare, il primo episodio si è verificato in Piazza Giordano Bruno dove un ventenne ha deciso di festeggiare il compleanno in compagnia di amici, aspettando lo scoccare della mezzanotte, per dare il via ad un vero e proprio spettacolo abusivo di fuochi d’artificio mediante l’accensione ed esplosione di numerosi artifizi pirotecnici.

Gli altri due episodi si sono verificati la notte successiva, uno in via San Martino dove a festeggiare il compleanno era un uomo di 52 anni e l’altro in Piazza arciprete Ricca. Si tratta della Piazza nella quale si affaccia la Basilica di San Giovanni Battista, patrono della città. In questo caso il compleanno era quello di un uomo di 39 anni.

Anche per queste due persone è stata rilevata l’infrazione della contravvenzione penale che vieta e punisce chiunque, senza la licenza dell’autorità, in un luogo abitato, nelle sue adiacenze o lungo una pubblica via o in direzione di essa, accende fuochi d’artificio o in genere, fa accensioni o esplosioni pericolose.

L’attività di prevenzione disposta dal Questore di Ragusa, che continuerà sistematicamente nelle prossime settimane, intende far desistere quei cittadini vittoriesi che da diversi mesi hanno probabilmente immaginato che l’acquisto di materiale pirotecnico di libera vendita, ossia senza la necessità di una ulteriore e diversa autorizzazione che ne consenta l’acquisto, comporti automaticamente anche la possibilità di poterli accendere e spararli in luoghi pubblici senza tenere conto  del potenziale pericolo per la pubblica incolumità ed il disturbo arrecato alla quiete pubblica.

Quello dell’esplosione dei fuochi d’artificio in ogni zona della città a Vittoria rappresenta da qualche tempo un vero e proprio problema tanto che l’argomento è entrato a pieno titolo nel dibattito politico e sui social. In tanti hanno lamentato di non poter più dormire serenamente la notte a causa di questi fuochi accesi, praticamente ogni notte, anche nelle vie del centro storico.  Un episodio, in particolare, era stato denunciato anche dal sindaco di Vittoria, Francesco Aiello, che aveva segnalato l’esplosione di fiochi d’artificio in Piazza del Popolo e aveva, anche per questo, inizialmente annunciato la convocazione di una Giunta comunale all’aperto, a mezzanotte, proprio nella piazza principale della città. La  convocazione fu poi annullata e sostituita con un dibattito pubblico.

Dietro l’esplosione dei fuochi, secondo lo stesso Aiello,  potrebbe però non esserci solo l’inciviltà o la mancata conoscenza delle leggi da parte di chi festeggia un evento, ma anche la comunicazione da parte di gruppi criminali dell’arrivo di un carico di droga.