Minaccia l’ex, le ruba l’auto e fugge. Un fermo a Caltanissetta

93

Ancora un ex che non si rassegna e mette a rischio la vita della donna che sostiene di amare. Questa volta la storia arriva da Caltanissetta dove la vittima è riuscita a mettersi in salvo cercando rifugio e aiuto in un negozio del centro.

Il commerciante ha subito chiamato il numero unico per le emergenze (112) e in pochi minuti sul posto è intervenuta una Volante. Accompagnata in Questura, la  donna ha riferito che dopo una banale discussione avuta con l’ex, quest’ultimo le avrebbe puntato un coltello intimandole di fermarsi, costringendola a uscire dall’auto, per poi impossessarsi del veicolo nel quale c’era la sua borsa contenente soldi, documenti e telefono cellulare. Probabilmente i due si erano incontrati per il classico “ultimo chiarimento” e l’uomo era in qualche modo riuscito a convincere la ex a farlo salire in auto con lei.

Sono quindi scattate immediatamente le ricerche dell’uomo e dell’auto. Il mezzo, poco dopo, è stato localizzato a Catania dai poliziotti della Squadra Volante della provincia etnea.  Alla vista dei poliziotti l’uomo si è dato alla fuga, danneggiando diverse auto in sosta. Una volta vistosi braccato ha speronato per ben due volte la volante della Polizia, riuscendo a danneggiarla e ad allontanarsi facendo perdere le proprie tracce. A seguito della collisione procurata volontariamente dall’indagato, gli agenti sono rimasti feriti lievemente.  

L’uomo è stato poi rintracciato a Caltanissetta, 24 ore dopo, dalla locale Squadra Mobile. In casa gli agenti hanno trovato la chiave dell’auto oggetto della rapina e, poco distante, anche il veicolo in questione. All’interno dell’auto, è stato rinvenuto il coltello, probabilmente quello usato per minacciare l’ex fidanzata, e parte degli oggetti personali della vittima.

Considerati i gravi indizi di reato raccolti dagli investigatori della Polizia di Stato, la Procura della Repubblica ha disposto il fermo dell’indiziato di delitto.

Durante le concitate fasi di controllo dell’abitazione, l’indagato ha accusato un malore ed è stato quindi accompagnato, da un’ambulanza, in ospedale per le cure mediche.

Gli uomini della Squadra Mobile hanno eseguito il fermo presso l’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta dove l’indagato è tuttora ricoverato per accertamenti sanitari. Il fermo di indiziato di delitto è stato già convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari che ha anche disposto la custodia cautelare in carcere.