Collegare aeroporti Catania e Comiso, nasce un comitato

1522

L’Assessore allo Sviluppo Economico del comune di Ragusa, Giorgio Massari, comunica  che a seguito del convegno “Un treno per il futuro” organizzato dal comune di Ragusa, che si è svolto presso l’assessorato allo Sviluppo Economico il 22 settembre dello scorso anno e che ha posto nel dibattito pubblico la necessità di un collegamento ferroviario veloce tra l’aeroporto di Comiso e l’aeroporto di Catania, è emersa la necessità di creare un comitato composto dai comuni Iblei interessati e dalle associazioni, gruppi e cittadini  che condividano la rilevanza per il nostro territorio di tale progetto  e si impegnino ad approfondire le condizioni normative, economiche e tecniche per  la sua realizzazione.

“Con il parere favorevole sul Documento strategico della mobilità ferroviaria di passeggeri e merci, emesso il 2/3/2022, – sottolinea l’assessore Giorgio Massari – la Commissione Trasporti della Camera ha chiesto che si valuti la possibilità che la nuova linea Ragusa-Vizzini (in realtà Ragusa Ibla-Vizzini Scalo) venga messa in collegamento con l’aeroporto di Comiso e con la stazione di Catania.

L’esigenza manifestata dal Documento strategico, di risolvere il gap infrastrutturale del Sud Est siciliano collegando il territorio con la città di Catania e nello stesso tempo dotare l’aeroporto di Comiso di una infrastruttura ferroviaria, può essere invece assolta attraverso la progettazione di una nuova linea ferroviaria che metta in collegamento l’aeroporto di Comiso con Vizzini Scalo. A tale scopo si dovrebbe procedere con un nuovo studio di fattibilità concernente:

– la costruzione di una diramazione dalla linea ferroviaria Gela-Ragusa, precisamente in un punto intermedio fra le stazioni di Vittoria e Comiso, verso l’aeroporto Pio La Torre;

– la costruzione di una stazione ferroviaria presso l’aeroporto di Comiso;

– la costruzione di una nuova linea Aeroporto di Comiso-Vizzini Scalo, da dove si innesterebbe sul tracciato esistente e giungerebbe alla fermata di Fontanarossa e a Catania centrale, via Lentini Diramazione”.

Il Comitato si propone dunque l’obiettivo di fare inserire il nuovo progetto nel piano strategico 2027-2031 e al contempo si propone due micro-obiettivi la cui tempistica può essere più breve:

– collegare la tratta Ragusa-Gela all’aeroporto Pio La Torre;

– collegare la tratta Pozzallo-Sampieri al porto, in modo da gettare le basi per una completa mobilità intermodale.

“Crediamo che questa iniziativa sia estremamente coerente con le conclusioni della COP 28 sul clima, che raccomanda di spostare su ferrovia la mobilità delle persone e delle merci; –  continua l’assessore Giorgio Massari – al comitato hanno già dato la propria adesione i comuni di Modica, Scicli, Pozzallo, Vittoria, Chiaramonte, Comiso,   la deputazione regionale e diverse associazioni. Inoltre, possono aderire le associazioni e i cittadini per concordare e programmare iniziative volte alla realizzazione di questi importanti obiettivi”.

Per aderire al Comitato, basta inviare entro il 9 febbraio prossimo una Pec al comune di Ragusa, [email protected] Assessorato allo Sviluppo Economico, indicando la denominazione dell’associazione e il rappresentante della stessa nel comitato. Per i singoli cittadini basta indicare le generalità, recapito telefonico e il proprio indirizzo e-mail.