Vittoria: sfruttamento del lavoro, denunciati due imprenditori

475

I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Ragusa coadiuvati da personale dell’ASP di Ragusa nei giorni scorsi hanno controllato un’azienda agricola di Vittoria, operante nel settore della coltivazione di ortaggi in serra.

All’interno delle serre sono stati trovati quattro operai intenti a lavorare sulle piante di ortaggi. Tre di questi, alla vista dei poliziotti, sono fuggiti. Solo uno di loro è rimasto all’interno dell’azienda ed è stato trovato a lavoro senza fare uso di alcun dispositivo di protezione individuale: non calzava, infatti, le scarpe antinfortunistica e non indossa i guanti protettivi.

I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che gli altri tre operai presenti al momento del controllo erano privi di permesso di soggiorno, pertanto i titolari dell’azienda, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro ma anche per aver impiegato alle loro dipendenze tre stranieri privi del permesso di soggiorno.

Inoltre, l’accurato sopralluogo effettuato con l’ausilio del personale dell’ASP di Ragusa, ha permesso di appurare gravi carenze igienico-sanitarie, soprattutto all’interno degli alloggi destinati ad abitazione risultati ambienti di vita inidonei.

Gli Agenti della Squadra Mobile, dalle dichiarazioni rese dall’unico operaio presente all’interno dell’azienda, sono riusciti a scoprire un altro grave illecito facendo scattare la denuncia all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina per due coniugi. I due, infatti, all’arrivo in Italia del migrante (nel 2021) non solo lo avevano impiegato alle proprie dipendenze anche se privo del previsto documento di soggiorno, ma gli avevano poi chiesto (ed avevano ottenuto) un ingente profitto economico volto  a fargli ottenere indebitamente il nulla osta al lavoro stagionale subordinato.

L’operazione effettuata dalla Squadra Mobile della Questura di Ragusa fa seguito ad altri analoghi servizi già effettuati in modo programmato sul fronte del contrasto alle violazioni della normativa vigente in tema della tutela e disciplina del lavoro e dell’ immigrazione e rientra nell’ambito dei mirati servizi predisposti dal questore della provincia di Ragusa, Vincenzo Trombadore, così come da tematiche di settore discusse in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.