Porto e opere pubbliche a Pozzallo, vertice al Comune

73

Si è svolto stamani, al Comune di Pozzallo, un vertice nel quale si è discusso della circonvallazione della zona industriale, interdetta al traffico veicolare, dello svincolo autostradale Pozzallo-Ispica, già finanziato con 3.500.000 Euro e in attesa dell’indizione della gara di appalto, dell’ammodernamento della S.P. 46 Ispica-Pozzallo. Si tratta, è stato sottolineato, di importantissime arterie stradali al servizio del porto e della zona industriale.

L’incontro ha visto la presenza, oltre che del sindaco, anche di Carmelo Caccamo, segretario Territoriale, e  Carmelo Re, componente della Presidenza Territoriale della CNA di Ragusa.

Tutte le opere delle quali si è parlato sono dotate di progetti definitivi e esecutivi pronti per le gare di appalto dopo il decreto di finanziamento.

“Si tratta- hanno precisato dal Comune- di un grande problema di sicurezza stradale e di una risposta forte alle imprese del territorio. Non si può lasciare isolata la zona industriale Modica/Pozzallo per la quantità di traffico pesante che tutti i giorni viene immessa dal Porto di Pozzallo e dall’autostrada Siracusa Gela”.

Il Sindaco ha poi comunicato che lo scorso 15 febbraio ha dato indicazione al RUP di trasmettere il progetto di messa in sicurezza del porto, che è già stato completato, all’Autorità di Sistema della Sicilia Orientale il quale a sua volta deve  inviarlo al Ministero competente per ottenere la VIA la (valutazione di impatto ambientale).

“È stata anche l’occasione- si legge ancora nel documento- per discutere di Camera di Commercio. Il nostro Territorio per la storica valenza imprenditoriale di grande eccellenza merita di essere rappresentato al meglio nella Camera del Sud Est. Occorre dare subito un Governo delle imprese alla Camera di Commercio. Ragusa è un territorio che merita interventi e progetti mirati in grado di accompagnare la crescita registrata dalle imprese in tutti i settori non c’è più tempo da perdere. Ecco perché la Regione deve superare questa lunga stagione di commissariamento e dare voce alle Imprese”.