Fenomeno fumarole a Vittoria. Denunciate due persone

247

Gli ispettori della squadra annonaria della Polizia Municipale di Vittoria hanno sequestrato ieri un’area di 2300 mq e denunciato due persone.

È questo il risultato dei tavoli tecnici che si sono susseguiti in Questura e approfonditi in apposite riunioni in Prefettura, in relazione alle generali tematiche sul fenomeno dello smaltimento illecito dei rifiuti, nell’ambito delle attività di controllo che il Questore di Ragusa ha predisposto, con la condivisione dei Comandanti provinciali dell’Arma dei  Carabinieri e della Guardia di Finanza. Durante un’attività di controllo del territorio, gli agenti hanno notato una coltre di fumo nero, tipico delle cosiddette fumarole,  in contrada “Anguilla” e hanno immediatamente allertato i Vigili del Fuoco. Questi, giunti sul posto, hanno spento le fiamme. Le indagini sono partite subito dopo e, grazie alle attività investigative, la Polizia Municipale ha identificato l’uomo responsabile dell’incendio. Si tratta di un tunisino, operaio di un’azienda agricola adiacente al terreno incendiato. Con la complicità del suo datore di lavoro, l’uomo aveva trasferito tutto il materiale da bruciare in un terreno poco distante dall’azienda e ha appiccato il fuoco.

L’area sequestrata appartiene a una terza persona, deceduta. Tra i rifiuti incendiati, la Polizia Municipale ha trovato residui agricoli (fascette, fili, gancetti e plastica nera), oltre a rifiuti solidi urbani. I due soggetti sono stati denunciati per combustione illecita di rifiuti e l’area è stata sequestrata.

Continuano in maniera serrata le attività di controllo unitamente alle altre forze di polizia.