La Stella di Angelo Ruta? La mettiamo all’ingresso della città

1
Alessandro Nigro

La Stella cometa di Angelo Ruta potrebbe trovare la sua collocazione definitiva sulla nuova rotatoria della Zona Artigianale, che dà accesso anche al Centro commerciale “La Fortezza”.

L’opera si trasferirebbe dunque dal cuore del centro storico, dove portava un segno di contemporaneità, alla parte nuova della città, che al contrario ha bisogno di acquisire una propria connotazione e di trovare una propria identità. 

Sarebbe questa la soluzione individuata dall’Amministrazione comunale – e in particolare dall’assessore Anna Maria Sammito – per porre fine alle polemiche di coloro che non accettano la collocazione della Stella sulla fontana di piazza Corrado Rizzone e allo stesso tempo per non deludere coloro che hanno apprezzato questa installazione e vorrebbero renderla in qualche modo permanente (per questo è stata avviata anche una petizione online e una raccolta di firme in città).

 

A dire il vero l’assessore alla Cultura Anna Maria Sammito ha già precisato di aver inteso l’installazione dell’opera in piazza Rizzone come assolutamente temporanea.

E ora spiega la nuova indicazione: “Vogliamo dare valore alla Stella di Angelo Ruta. L’opera ha suscitato un vivace dibattito culturale anche per il materiale con cui è stata realizzata: la lega in acciaio COR-TEN, che attualmente viene usata per creazioni artistiche di alto valore culturale nelle maggiori città europee (Marsiglia, Madrid, etc.). Considerata la particolare attenzione che quest’Amministrazione ha rivolto all’arte contemporanea con una serie di attività promosse in questi anni e che Modica, come città d’arte, è naturalmente vocata a non tenersi lontana dalle espressioni artistiche contemporanee, intendiamo ospitare in via definitiva la Stella cometa, allocandola in uno degli spazi pubblici rappresentativi, privilegiando quelli  simbolici come potrebbero essere gli ingressi della città.

 

L’individuazione della rotatoria della Zona Artigianale, nasce anche dalla disponibilità della direzione de La Fortezza a farsi carico della realizzazione delle opere necessarie alla collocazione dell’opera.

Sono già stati fatti diversi sopralluoghi, ma ovviamente i tempi potrebbero essere più lunghi del previsto a causa dei passaggi burocratici e tecnici che bisognerà superare.

 

[Nelle foto, la Stella nella collocazione attuale e un momento del “trasporto” dell’opera verso piazza Rizzone, lo scorso dicembre: è questa la rotatoria su cui dovrebbe essere collocata]