Rimossi tutti i varchi abusivi di Punta Braccetto e Caucana

1

Su delega del Procuratore della Repubblica di Ragusa, Carmelo Petralia, che ha ottenuto un decreto di sequestro da parte del GIP, concordando con le risultanze info-investigative dei carabinieri, quest’ultimi hanno proceduto stamani con l’operazione Varchi a mare. I militari dell’arma sono stati impegnati lungo il litorale che va da Caucana a Punta Braccetto alla rimozione e sequestro di diversi cancelli in ferro o legno che occludono le strade laterali alla litoranea che portano all’arenile. Viene contestato il mancato rispetto delle norme del codice di navigazione che disciplina l’interdizione di accessi a mare  e considera opere abusive quelle realizzate a meno di 300 metri dalla battigia. Il codice della navigazione vieta infatti categoricamente la possibilità di impedire a persone o veicoli di soccorso l’accesso alle spiagge, né con cancelli o catene, che negli anni sono spuntati come funghi, ma nemmeno parcheggiando vetture o piazzando chioschi o altro.
L’operazione di stamani rientra nell’ambito di una più vasta attività investigativa che ha preso le mosse la scorsa estate e che aveva portato alla denuncia, per i reati primi indicati, di 66 persone. La vigilanza serrata dei militari – avverte il comandante della compagnia di Ragusa, Maggiore Alessandro Coassin, continuerà nel corso della prossima stagione balneare.