La Casa del Clero finalmente c’è

3

Una Casa per il clero, specialmente per i sacerdoti anziani. E’ stata inaugurata stamattina dal vescovo, Paolo Urso, la struttura voluta dal presule e portata a termine nonostante l’iter assai complicato.

 

L’idea – ha spiegato l’ingegnere Franco Antoci che ha curato il progetto – era nata nel 2005. La diocesi iblea partecipò ad un bando regionale emanato dall’allora giunta Cuffaro. Il progetto della diocesi di Ragusa ebbe il massimo punteggio, ma incredibilmente non venne finanziato. La diocesi, quindi, decise di ricorrere al Tar. La Regione opponeva una motivazione, ritenuta poi irricevibile da parte dei giudici amministrativi: essendo il progetto assai costoso e le somme limitate, meglio non dar nulla e far arrivare le somme in altri progetti. Tar e Cga, come detto, ritennero tale motivazione inammissibile e ordinarono la nuova pubblicazione della graduatoria con l’assegnazione delle somme a Ragusa. Nel frattempo erano passati cinque anni. Finalmente, nel maggio del 2010, l’ok definitivo da Palermo, con un assegnazione di 411.000 euro, con un progetto di 855.000 euro (la parte restante è a carico della diocesi). Il 20 giugno del 2011 l’affidamento dei lavori ad una ditta di Ganci, il 12 ottobre l’inizio del lavori e il 6 ottobre scorso la conclusione. Il costo finale dell’opera, con il ribasso, è stato di 789.430,96 euro.

 

Prima dell’inaugurazione, alla presenza del prefetto, Annunziato Vardè, il vescovo Paolo Urso ha voluto ringraziare l’artista Alfio Sciacca per il dono di alcune sculture poste all’esterno dell’edificio che ospita il seminario, la biblioteca e la casa del clero.

La nuova struttura alloggiativa si trova al primo piano, dove c’erano il seminario (ora al secondo piano) e la biblioteca (da un paio d’anni trasferita a pian terreno). In una superficie di 900 metri quadrati ci sono otto camerette dotate di servizi, soggiorno e zona letto. C’è una grande cucina, il salone, la cappella. Ed ancora due stanze per gli ospiti, una per l’assistente, l’infermeria. E poi altri servizi come la lavanderia, il magazzino. Un impianto di solare termico consente di risparmiare sui costi per l’energia.

 

Non a caso la data dell’inaugurazione: oggi monsignor Urso ha festeggiato undici anni dall’elezione a vescovo di Ragusa.