Muore per overdose a 36 anni

0

E’ arrivato ieri sera, intorno alle 9, all’Ospedale Guzzardi di Vittoria, il corpo senza vita di un giovane 36enne vittoriese, soccorso pochi minuti prima da un’ambulanza del 118. I medici hanno capito subito che era stata probabilmente un’overdose a ucciderlo:  hanno infatti individuato segni recenti di vena puntura.

Il corpo del 36enne, con un passato da tossicodipendente, è stato trasferito alla camera mortuaria dell’ospedale Guzzardi. Sarà adesso il magistrato di turno a decidere se disporre o meno l’esame autoptico.

Intanto sono in corso le indagini del Commissariato di polizia di Vittoria.  Alle otto e 40 di ieri sera – secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti – era giunta una chiamata al 118 da parte della moglie dell’uomo che segnalava un malore del coniuge. Il personale del Commissariato intervenuto, avrebbe appurato, in base alle testimonianze acquisite, che la vittima dopo essersi iniettato della sostanza, presumibilmente stupefacente, era stato colto da un immediato malore. Gli agenti hanno sequestrato infatti una siringa, della soluzione fisiologica e una  sostanza che sarà analizzata dai laboratori specializzati per capirne entità e composizione. Anche il medico legale intervenuto su richiesta del Magistrato non ha potuto far altro che constatarne il decesso per arresto cardiaco. Il medico  non è stato in grado di fornire ulteriori elementi, per cui si rimane in attesa delle decisioni che saranno assunte dall’Autorità Giudiziaria, circa la necessità o meno di effettuare l’autopsia.

Non più tardi di un paio di gironi fa si sono registrati all’Ospedale Maggiore di Modica recenti ricoveri per overdose di alcuni giovani assuntori di eroina , a seguito dei quali sono state avviate ricerche e attività investigative. Episodi che stanno facendo innalzare, ulteriormente, l’allarme sociale in tema di stupefacenti.