“Modica Bene” in Appello: prima udienza fissata per il 9 maggio

0

Rinviato al prossimo 9 maggio la prima udienza in Corte d’Appello a Catania per gli 8 dei 19 imputati della vicenda giudiziaria nota come «Modica bene» che, accusati di associazione per delinquere finalizzata alla concussione e al riciclaggio di denaro, avevano scelto il rito abbreviato e contro la quale assoluzione per insussistenza dei fatti, datata novembre 2011, si era opposto il Procuratore della Repubblica di Modica Francesco Puleio. Stamane e’ stata la stessa presidente di Corte d’Appello ha sollevare una serie di difetti nelle notifiche alle parti e a fissare, dunque, una nuova data d’udienza. Viaggio a vuoto, perciò, per gli avvocati degli otto imputati: l’ex parlamentare dell’UdC Peppe Drago, il fratello l’avvocato Carmelo Drago, l’ex sindaco di Modica Piero Torchi, l’ex segretario provinciale dell’UdC Giancarlo Floriddia, il consigliere comunale Giorgio Aprile, l’ex assessore e consigliere provinciale Vincenzo Pitino, Massimo La Pira. Attendono ancora, invece, che venga loro comunicata la data d’udienza davanti alla Corte di Cassazione di Roma gli altri undici imputati, anche loro tutti assolti, che avevano scelto, però, il rito ordinario. Il processo non è stato trattato il 16 gennaio scorso per problemi dello stesso Relatore e quindi è stato immesso a nuovo ruolo. I giudici della Cassazione, in questo caso, si occuperanno di Bruno e Massimo Arrabito, Gabriele Giannone, Carlo Fiore, degli imprenditori edili Giuseppe Sammito e Giuseppe Zaccaria, di Giancarlo Francione, Marcello Sarta, Rosario Vasile, Vincenzo Leone e Giuseppe Piluso. L’’indagine a seguito della quale scoppiò la vicenda giudiziaria nota come “Modica bene”, era stata condotta dalla Guardia di Finanza di Ragusa, coordinata dall’allora Procuratore della Repubblica Domenico Platania, tra l’ottobre 2003 e fino al settembre 2007.