Anziani “viziosi”: il giudice ascolterà 18 testimoni

2

Si divertivano a spese di una disabile: a processo pensionati viziosi. Sei gli imputati comparsi davanti al collegio penale per rispondere di sequestro di persona e violenza sessuale in danno di una diversamente abile. Nel corso della prima udienza sono stati ammessi i 18 testimoni dell’accusa, la pm Alessia La Placa, mentre non ci sono testi per la difesa. I fatti accaduti a Scicli si riferiscono al 2007 e vennero denunciati all’Autorità dalle assistenti sociali quando scoprirono che la giovane minorata C.G. veniva abusata a turno da un gruppo di anziani, alcuni nelle more deceduti. Ai nomi dei pensionati si risalì in seguito alle indagini dei Ris e sono: Giovanni Borsa e Guglielmo Pallavicino difesi dall’avvocato Francesco Ricotti, Vincenzo Mirabella difeso dall’avvocato Daniela Coria, Antonino Magro, Giuseppe Paternò e Guglielmo Agosta, che risponde solo di violenza sessuale, difesi dall’avvocato Francesco Drago. Le violenze avvenivano in varie abitazioni del centro storico e sono state accertate da una serie di certificazioni mediche. La parte offesa si è costituita parte civile rappresentata dall’avvocato Giovanni Mavilla. I testimoni cominceranno a sfilare nel corso della prossima udienza fissata per il prossimo 17 luglio. Altri due imputati hanno scelto il rito abbreviato.