Niente autopsia sul corpo di Angelo Iemmolo

3

L’ennesima tragedia sul lavoro. A costare la vita ad un pensionato modicano di 65 anni, Angelo Iemmolo, una tragica fatalità. Il mezzo agricolo che stava adoperando per tagliare l’erba si è capovolto schiacciandolo sotto il suo peso. Il poveretto è deceduto con il torace schiacciato dalla pesante motofalciatrice. L’episodio è avvenuto lunedi nei pressi della Cisterna comune di S.Rosalia, al confine tra i territori di Modica ed Ispica, anche se la notizia è trapelata solo ieri. L’uomo aiutava il figlio nella gestione dell’azienda agricola di famiglia e pare fosse esperto di questi macchinari. Nelle svolte brusche però questo tipo di macchinario può facilmente divenire instabile e ribaltarsi,anche perchè ha un sistema di trazione tutto particolare non semplice da gestire nelle svolte veloci,specie su terreni sconnessi o non livellati. Il peso, che si aggira sui 150 kg, è risultato fatale dopo il ribaltamento. E’ stato il figlio ad accorgersi di quello che era successo. Non sentendo più il rumore del mezzo è andato a controllare trovandosi davanti una scena straziante. Il corpo del genitore che non dava più segnali di vita sotto la motofalciatrice. E’ stato necessario l’intervento degli altri fratelli per alzare il mezzo e tirare fuori l’uomo. Inutile l’arrivo dei soccorsi, per l’uomo non c’era più niente da fare. Sul posto i carabinieri della compagnia di Modica che dovranno ricostruire ora le dinamiche dell’incidente. Oltre all’errore umano potrebbe trattarsi anche di un guasto tecnico o di un malore. Non è stata effettuata autopsia sul corpo di Angelo Iemmolo che, dopo l’ispezione del medico legale, è stato restituito ai parenti. I funerali sono stati celebrati questa mattina nel Santuario della Madonna delle Grazie.