Non si semplifica il quadro politico modicano

0

 La lunga, lunghissima evoluzione della politica a Modica sembra non trovare ancora un punto fermo. Sarebbero finora nove i candidati a sindaco. Il condizionale è d’obbligo perché forse uno dei candidati sembra aver manifestato la volontà di ritirarsi mentre per altri candidati in campo si potrebbe venire a creare una sorta di sintesi delle varie posizioni che li potrebbe portare a compiere dei passi indietro. Ma si deve partire dai dati certi e dunque da tutti i candidati in campo. Sostenuto da varie liste e, fino ad ora, anche da Territorio, tra i candidati a sindaco c’è Mommo Carpentieri. Stando ai si dice, non disegnerebbe un accordo con il Pd e per tale ragione sarebbe pronto a fare un passo indietro. Per il momento va comunque avanti cercando di costruire programma e progetto.
Il Pd assieme a Megafono appoggia la candidatura di Giovanni Giurdanella. Oggi Sel e Idv, che ieri hanno avuto un nuovo passaggio, faranno sapere se e a quali condizioni saranno della partita. L’eventuale presenza di Carpentieri a fianco di Giurdanella non sarebbe infatti gradita. In solitaria, con il progetto “Libera Modica”, c’è Simona Pitino. Sempre a capo di un progetto civico c’è un’altra donna, ovvero Marisa Giunta con “Contea Modica” che si può leggere anche in modo diviso divenendo “con te a Modica”. L’Udc, o almeno quasi tutto, sostiene Ignazio Abbate mentre il Movimento 5 Stelle ha schierato Andrea Sansone.
Il Pdl va dritto su Giovanni Migliore ma non disdegna di seguire l’andamento delle cose. C’è poi la candidatura dei Forconi che, a differenza di quanto avvenuto a Ragusa dove si è fatta una convergenza con Idv, a Modica correranno con Corrado Cugno. Infine c’è la candidatura-non candidatura di Giovanni Cerruto, ex vicesindaco di Modica. Tempo fa ha lanciato la sua candidatura ma nei fatti questo progetto politico sembra essersi abbondantemente arenato. Il direttore interessato nelle scorse settimane aveva anche annunciato la possibilità di ritirarsi ma nei fatti tale decisione non è stata ufficializzata pur se sembra proprio così. Il Pd attenderà con serenità le decisioni di Sel e Idv.
Lo spiega il segretario cittadino Giancarlo Poidomani: “Ci saranno in queste ore la risposta finale, poi ci muoveremo di conseguenza anche perché Territorio non esclude la possibilità di una convergenza”. Ma ci sarebbe anche Mommo Carpentieri? “Una cosa è Territorio, un’altra è Carpentieri. Vedremo”. Ma se Carpentieri fa un passo indietro? “Ripeto, vedremo insieme al partito. In ogni caso l’ultima parola spetterà a Giurdanella che è e resta il nostro candidato”.

 

[Fonte: La Sicilia]