La morte di Pino Rosa: il conducente dell’auto è indagato per omicidio colposo

10

E’ indagato per omicidio colposo il conducente dell’auto che ieri a mezzogiorno è uscita fuori strada, in pieno centro a Ispica, travolgendo i tavolini e gli avventori di un bar e determinando la morte di Pino Rosa, 51 anni, che sedeva a prendere una granita con il figlio Valerio.

I Carabinieri di Ispica stanno cercando di far luce sull’incidente, anche se le registrazioni delle telecamere esterne del bar non lasciano dubbi sulla dinamica.
Pare però che il conducente della Peugeot 1007, un 31 enne di Ispica che è rimasto illeso, soffrisse di crisi epilettiche: gli inquirenti dovranno accertare se, in base alla normativa, le condizioni di salute dell’uomo, che pare assuma farmaci antiepilettici, gli permettevano di stare al volante.

La sua Peugeot 1007 ha invaso il marciapiede travolgendo tavoli e sedie. Pino Rosa è stato preso in pieno e ha fatto un volo di 4-5 metri: la corsa verso l’ospedale Maggiore di Modica è stata vana e l’uomo vi è arrivato già senza vita.
Il figlio Valerio, dopo le prime cure da parte dell’equipe medica del Pronto soccorso è stato ricoverato nell’Unità Operativa di Ortopedia, avendo riportato la frattura dell’omero, contusioni ed escoriazioni sparse. La prognosi è di 30 giorni, salvo complicazioni. Nell’incidente è rimasta ferita lievemente una 26enne ispicese.

La città di Ispica si è stretta intorno alla famiglia Rosa: l’uomo, che faceva il camionista, era noto per essere componente del Corpo bandistico “Città di Ispica”.