E’ morto l’operaio che 20 giorni fa era caduto da un’impalcatura

3

È morto Carmelo Avola, il muratore ispicese vittima di un incidente sul lavoro, il 18 luglio scorso. Carmelo Avola, 63 anni, ha lottato strenuamente contro la morte, ma una complicazione probabilmente renale ha fatto precipitare il già grave quadro clinico e, per i sanitari dell’ospedale Cannizzaro di Catania (dove l’uomo si trovava ricoverato ormai da tre settimane), non è rimasto altro che costatarne il decesso. L’incidente si era consumato intorno alle ore 12 del 18 luglio, quando Avola perse l’equilibrio e rovinò a terra – dopo un volo di oltre tre metri -, a pancia in giù, privo di sensi. L’uomo, che stava intonacando la parete di un edificio in Corso Vittorio Emanuele, in un primo momento venne trasportato d’urgenza all’ospedale “Maggiore” di Modica. Dopo aver constatato la gravità delle condizioni di Avola, i medici ritennero necessario il trasferimento, in elisoccorso, al Cannizzaro di Catania, dove ha lotatto fra la vita e la morte fino a ieri notte. La salma sarà restituita oggi alla famiglia.