Al Garibaldi si insedia la nuova Fondazione

0

Amministrazione nuova, Fondazione del Teatro Garibaldi nuova.
Il nuovo assetto amministrativo e gestionale del Teatro è stato illustrato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, tenutasi all’interno dello storico spazio culturale, alla presenza del Sindaco, Ignazio Abbate, neo presidente della Fondazione (gli altri componenti del Cda sono Teresa Floridia, vice presidente, Raimondo Minardo,-presenti all’incontro- Giuseppe Zaccaria, e Simona Celi che ricopre il ruolo di soprintendente del Teatro).
Il Sindaco ha sottolineato alcuni aspetti dell’indirizzo politico che intende dare alla Fondazione: il teatro come strumento di promozione della città in uno alle altri spazi culturali come l’Auditorium “P. Floridia” e il convento del Carmine; un’apertura totale del Garibaldi alla Città e alle variegate attività utili a veicolare il nome di Modica molto al di là dei propri confini.
Lo sponsor principale della Fondazione, ha detto il Sindaco, sarà il Comune che metterà in bilancio le somme utili per sostenere le attività stagionali e quelle collaterali necessarie per evidenziare le qualità artistiche disseminate nel territorio.
Una foto sul presente del Teatro l’ha fornita Simona Celi, nuova soprintendente, che ha vede oggi il  Garibaldi come “una balena spiaggiata”.
 “Questa è la mia sensazione, ha detto, quando ci si trova davanti ad un teatro dimenticato, abbandonato, con un degrado imbarazzante, una situazione debitoria difficile (ha parlato di 60 mila euro di debito) e con venti abbonati superstiti.”
La soprintendente lavorerà per ribaltare la logica: fare del Garibaldi un teatro di interesse nazionale.
La scelta di Andrea Giordana, come direttore artistico, è sinonimo di una stagione teatrale di grande livello. Una scelta forte, l’ha definita la Celi, per ridestare in questa città dalla grandi tradizioni culturali, l’amore per il teatro.
Ma non solo visto che la soprintendente ha costruito una rete di collaboratori locali, molti imprenditori culturali e artisti per sostenere i nuovi progetti della gestione della Fondazione: Enzo Ruta, responsabile del settore scuole e compagnie locali;  Mariolina Marino, responsabile del settore musica per le attività del Teatro Garibaldi;  Paolo Baglieri, responsabile del settore musica per le attività dell’Auditorium “P.Floridia”; Staoyanov Evgeni, responsabile del settore Danza; Paolo Nifosì, responsabile del settore arte; Rosetta Minardo, responsabile settore per le attività benefiche (un progetto che porta avanti progetti umanitari e sociali per la raccolta di fondi con l’intervento di testimonial di caratura nazionale e internazionale) e infine una bambina, Chiara Ragusa, consigliere delle attività dedicata ai bambini.
“Il teatro, secondo l’idea della Celi, si aprirà ad una attività a 360°,  dalla rappresentazione per i bambini, al teatro d’autore, alla lirica, dal rap alla musica classica, alla danza, ai momenti culturali di alta formazione, e questo grazie alla sinergia tra le realtà locali e quelle esterne. Un rapporto sinergico, tiene a precisare il soprintendente, che vedrà attori modicani lavorare per compagnie nazionali, come Alessandro Romano, che andrà in tournèe con un’ importante compagnia di attori affermati. Il teatro deve essere produzione per esaltare le migliori risorse del territorio.”
Venendo alla questione più squisitamente amministrativa la Celi ha sottolineato che “ non ci saranno biglietti omaggio. Alla conduzione gratuita del Teatro che investe quanti vi operano a diverse responsabilità, ci sarà l’abbattimento dei costi di affitto del Teatro.
Si passerà dalle 7oo/12oo euro di ieri, che prevedano la copertura di costi inesistenti come l’assicurazione – obbligatoria per legge- fatta pagare ma non garantita in quanto non è mai esistita, alle 380 euro di oggi. Ovvero le spese vive di gestione. Il teatro avrà,  secondo la Celi, per la prima volta ma è imposta dalla norma, un responsabile di palcoscenico. Ovviamente rifaremo i camerini e i bagni degli artisti che sono in condizione pietosa. Tutto sarà reso trasparente con la pubblicazione del bilancio nel sito del Teatro, da chiunque visitabile e quindi da chiunque contestabile.”
Prossimo appuntamento tra qualche settimana con la presentazione del cartellone della prossima stagione teatrale che sarà illustrata da Andrea Giordana, neo direttore artistico.