Amministrazione unita intorno a Sulsenti: “Respingiamo ogni intimidazione”

2

“E’ un atto intimidatorio troppo grave, che non potevamo far passare sotto silenzio. I responsabili devono sapere che se il loro scopo è quello di fermare l’azione amministrativa stanno agendo inutilmente e che non solo non ci arresteremo ma rilanceremo”.
Il Vicesindaco di Vittoria, Filippo Cavallo, ha iniziato così, questa mattina a Palazzo Iacono, la conferenza stampa indetta all’indomani dell’incendio che ha quasi completamente distrutto la Volvo s60 del dirigente comunale Giuseppe Sulsenti. “Notizie del genere – ha rimarcato Cavallo – colpiscono sempre ma hanno un effetto ancora più devastante se ad essere colpita è una persona stimata da tutti e nota per la sua serietà e la sua professionalità”.
Alla conferenza, servita per sottolineare ancora una volta la solidarietà nei confronti di Sulsenti e chiedere alle forze dell’ordine di consegnare quanto prima i responsabili alla giustizia, hanno preso parte gli assessori Fiore, Dezio e Avola, i vertici della Vittoria Mercati e della Fiera Emaia e i rappresentanti di Altragricoltura. Assente, per motivi istituzionali, il Sindaco Nicosia.
La notte in cui l’autovettura del dr. Sulsenti è stata data alle fiamme è stata una vera notte di fuoco a Vittoria. Numerosi roghi, come avviene ormai da tempo, hanno riguardato anche 7 cassonetti della spazzatura dislocati in diverse aree della città. Di certo non un bel biglietto da visita nei confronti della SAP, la nuova ditta che da pochi giorni ha iniziato ufficialmente il lavoro di raccolta e smaltimento dei rifiuti. “Non sappiamo se gli episodi siano correlati tra di loro, saranno le forze dell’ordine a stabilirlo  – ha proseguito Cavallo – ma di certo fatti del genere sconvolgono la vita dei cittadini onesti e di noi amministratori. E’ un momento difficile per tutti e voglio approfittare di questa conferenza per lanciare un appello ai vittoriesi. Tirate fuori la testa dalla sabbia, non abbiate paura di denunciare. Io sono molto preoccupato perché questo potrebbe essere solo un piccolo antipasto e non sappiamo quello che potrebbe succedere domani. Se qualcuno vuole fare ripiombare Vittoria in un clima di terrore deve sapere che i cittadini e gli amministratori opereranno insieme per evitarlo e per far si che il buon nome della nostra bella città non venga infangato”.
Ieri mattina, intanto, l’assessore con delega all’agricoltura e ai mercati, Giovanni Caruano, ha incontrato il Prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, per metterlo al corrente dell’emergenza relativa ai furti delle piantine nelle aziende agricole e chiedere un aiuto in tal senso. Un fenomeno che negli anni, e parallelamente all’aggravarsi della crisi economica, ha assunto proporzioni inimmaginabili al punto da costringere titolari e dipendenti ad organizzare turni di notte per vigilare nelle campagne. L’assessore Caruano ha colto, ovviamente, l’occasione per denunciare quanto accaduto la notte precedente a Vittoria. Massima disponibilità e attenzione è stata assicurata dal rappresentante del Governo in provincia.