Trasformavano pistole giocatolo in semiautomatiche, arrestati due niscemesi

0

Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria in collaborazione con i colleghi del Commissariato di Niscemi, hanno arrestato due agricoltori niscemesi, Giuseppe Platania ed Emilio Ficicchia, rispettivamente suocero e genero, entrambi incensurati, per la detenzione clandestina di armi da fuoco munizionamento, presso la loro azienda vivaistica in contrada Dirillo, in territorio di Acate.

Il controllo è avvenuto nell’ambito degli incrementati dispositivi di prevenzione e repressione dei reati in aree rurali, resi operativi dalla Questura di Ragusa all’esito delle decisioni assunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

In particolare nel pomeriggio di ieri, gli agenti hanno eseguito una perquisizione presso i locali dell’azienda e in una camera da letto della casa rurale hanno rinvenuto dentro l’armadio, avvolta in una coperta, una pistola giocattolo, modificata in modo da realizzare una pistola semiautomatica, cal. 6,35, con caricatore inserito, a pieno carico di  cartucce. Nello stesso posto hanno rivenuto anche un contenitore di colore blu in plastica con all’interno altri  proiettili cal. 6,35.
La pistola giocattolo modificata si presentava nella verosimile condizione di esplodere colpi.
Sono state rinvenute anche altre pistole a gas ed a salve, tutte prive di tappo rosso, e che presentavano dei chiari segni di tentativo di alterazione.

Espletate le formalità di rito gli arrestati sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Ragusa a disposizione del Dr. Rota, Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, che coordina le indagini.