Alla Pappalardo al via iniziative di civismo e sensibilizzazione.

0

Numerose attività exrtracurriculari e di connessione con il territorio prendono il via presso l’Istituto comprensivo “F.Pappalardo” di Vittoria. Sin dall’avvio dell’anno scolastico infatti, la dirigente prof.ssa Daniela Amarù, in raccordo con il collegio dei docenti, i collaboratori, affiancata dal referente per i rapporti esterni il prof. Gigi Bellassai, ha voluto attivare numerose interlocuzioni con le istituzioni del territorio al fine di sviluppare attività civiche finalizzate ad una più completa ed efficace esplicitazione della identità della scuola integrata al territorio, per la promozione di iniziative di coinvolgimento progettuale su obiettivi comuni e coerenti che rafforzino il civismo e la competenza degli alunni. Tali iniziative propongono innovazione, creatività, adattamento che promuovono un atteggiamento attivo da parte dei soggetti coinvolti.  In particolare sono già in corso una serie di incontri formativi organizzati in collaborazione con il Servizio di Neuropischiatria Infantile (N.P.I.) dell’ASP di Ragusa, sulle dipendenze tecnologiche che stanno coinvolgendo le quinte classi della primaria e le prime della secondaria. Gli incontri sono tenuti dal pedagogista Dr. Giuseppe Raffa e proseguiranno per tutto il mese di novembre.
 “Nel corso di questi appuntamenti il dr. Raffa e i docenti di classe – ha spiegato la Dirigente prof.ssa Daniela Amarù – si sono soffermati anche sui disturbi da dipendenza da internet (Internet addiction disorder), in quanto tale fenomeno è stato osservato anche in bambini e adolescenti, e non sporadicamente.  Addirittura in Germania esistono campi di recupero per adolescenti con dipendenza da Internet. Il rischio quindi è reale. Se i ragazzi usano Internet seguendo le regole stabilite dai genitori, e se i genitori seguono giuste strategie educative e di controllo, il rischio di Internet dipendenza si riduce notevolmente. È ugualmente utile però saper captare segnali che potrebbero indicare una predisposizione a sviluppare questo disturbo, magari in età successive, per poterlo prevenire. La dipendenza può essere generale, o può essere focalizzata su una specifica attività. Le attività in rete che tendono a generare più facilmente la dipendenza sono chat, blog, giochi online,  navigazione sul web. L’interesse per Internet inizialmente può confondersi con il normale entusiasmo che bambini e adolescenti mostrano per le cose che li appassionano. Per cui è necessario prevenire il fenomeno fornendo ai ragazzi gli strumenti per avere  la giusta consapevolezza quando operano nel web. ”  
“Sono in cantiere  – ha aggiunto il referente funzione strumentale prof. Gigi Bellassai – molteplici altre iniziative di collaborazione con associazioni e istituzioni. Nello specifico giovedì 15 novembre si svolgerà un incontro con il direttore dell’Agenzia delle Entrate di Vittoria nell’ambito del progetto “Fisco & Scuola. Nel Paese delle regole” per diffondere tra i giovani la cultura della legalità fiscale. Mentre il 6  dicembre avrà luogo l’attività denominata “Marciamo insieme sulla strada della sicurezza e della legalità” in collaborazione con la prof.ssa Anna Chiaramonte responsabile dell’Associazione Cittadinanza attiva. Un altro importante progetto in programma  è quello denominato “Conoscere il cane” in cooperazione con l’Unità operativa di “Zooantrolpologia e attività assistite con Animali” dell’ASP di Ragusa, grazie al quale molte classi del nostro istituto avranno modo di interagire  con un cucciolo in carne ed ossa al fine di comprendere l’importanza della relazione con i nostri amici a quattro zampe.”