“Ivan il terribile” colpisce ancora: arrestato un pusher vittoriese

1

Prosegue senza sosta l’attività di contrasto allo spaccio e al consumo delle sostanze stupefacenti nell’ambito del territorio della giurisdizione della Compagnia. Ieri, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria hanno tratto in arresto il 48° soggetto nell’ambito della “lotta alla droga” dall’inizio dell’anno 2013. Si tratta di Davide Barravecchia, 28enne vittoriese, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia per reati specifici, il quale nel corso della perquisizione domiciliare effettuata con il supporto di un’unità cinofila del Nucleo Carabinieri di Nicolosi, veniva trovato in possesso di un involucro in plastica contenente 8 stecche di sostanza stupefacente del tipo “hashish” del peso complessivo di gr. 19, nonché di un bilancino di precisione.
Il Barravecchia era già conosciuto alle Forze dell’Ordine per essere stato tratto in arresto nel gennaio 2012, quando venne sorpreso con una considerevole quantità di “hashish”, motivo per il quale era rimasto agli arresti domiciliari fino al gennaio 2013, quando era stato rimesso in libertà dal Tribunale di Ragusa.
Ancora una volta l’infallibile fiuto del labrador IVAN si è dimostrato fondamentale per il buon esito dell’operazione antidroga. Infatti, i militari entrati all’interno dell’abitazione hanno seguito le segnalazioni del cane, il quale arrivato nei pressi di un cavedio comunicante con il bagno iniziava ad indicare al proprio conduttore la presenza di qualcosa. Pertanto, i Carabinieri facendo ingresso nel cavedio anzidetto poteva scorgere la presenza di un involucro in plastica termosaldato contenente la sostanza stupefacente.
Ivan non è nuovo a questo tipo di successi: si tratta di un “labrador retriver” donato all’Arma da un militare del Centro Carabinieri Cinofili di Firenze, dov’è stato cresciuto ed addestrato, che a soli 2 anni ha già conseguito tantissimi risultati positivi, tra cui spicca il ritrovamento a Trecastagni di una piantagione di marijuana e di 35 kilogrammi della stessa sostanza già pronta per il commercio. Da quel momento venne ribattezzato “IVAN IL TERRIBILE”. Inoltre, nell’ambito della Compagnia di Vittoria, è stato spesso impiegato con successo nel corso dei servizi antidroga, anche nei pressi degli istituti scolastici e per l’arresto di decine di spacciatori di Vittoria, Scoglitti, Acate, Comiso e Chiaramonte Gulfi.
La sostanza stupefacente sequestrata è stata trasmessa al laboratorio di Sanita’ Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa, ove verrà sottoposto alle analisi del caso per definirne l’effettiva composizione ed il numero di dosi ricavabili.
Il giovane, a seguito della sua condotta, è stato tratto in arresto e condotto presso la caserma di Via Garibaldi, da dove, al termine delle formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria iblea davanti la quale dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.