La Giunta Nicosia verso il rimpasto?

0

La fine dell’anno è sempre più vicina e con essa l’annunciata verifica annuale che il sindaco, Giuseppe Nicosia, programma, come di consueto, fra gennaio e febbraio.

I toto-nomi dei possibili assessori che lasceranno il loro incarico e quello degli papabili in ingresso è già iniziato da qualche settimana, ma il primo cittadino ribadisce “solo in quella sede si valuterà se effettuare sostituzioni per rafforzare la Giunta o meno”. Non è escluso, poi, che possa esserci anche un cambio di deleghe, ma anche questo sarà tutto da verificare.

L’ultimo ingresso in Giunta risale al luglio 2013 quando il Sindaco ha completato la Giunta e chiuso definitivamente le porte all’Udc. Dopo un anno complicato, che aveva registrato prima le dimissioni dell’assessore Rosario Lo Monaco, poi la decisione di tutto il partito di lasciare la Giunta, il dialogo si era aperto con il nuovo gruppo che ha preso in mano l’Udc, ma così non è stato ed alla fine il primo cittadino ha scelto Angelo Dezio assegnandogli le deleghe ai Lavori Pubblici, Manutenzioni e Protezione Civile.

Nel maggio 2012, invece, era stato Enzo Cilia, e quindi tutto il Sel, a lasciare la Giunta. Alla base di questa scelta vere e proprie incomprensioni e diversità di vedute su alcune questioni chiave: Mercato, Amiu, Raccoltà differenziata ed Piano Regolatore Generale.

La prima giunta Nicosia, presentata nel giugno del 2011, era composta da Luigi D’Amato, scomparso nell’agosto scorso a causa di una grave malattia, Piero Gurrieri, Giuseppe Malignaggi, Salvatore Garofalo, Rosario Lo Monaco e Mascolino. Da allora situazioni personali e politiche hanno cambiato nel corso degli anni la sua composizione. Già nel gennaio del 2012 vi fu la prima verifica politico-amministrativa avviata da Nicosai con i partiti della maggioranza e con le liste che hanno partecipato alla sua elezione. 
All’esito della verifica venne stabilito di “rafforzare” la Giunta municipale introducendo nuovi componenti, diretta espressione dei gruppi consiliari. Le liste non presenti in Consiglio Comunale, invece, vennero valorizzate o con gli esperti o nelle aziende speciali. In quell’occasione venne confermata la vicesindacatura al Sel per consolidare l’asse Pd-Sel che però durò solo fino al maggio successivo. Fecero invece ingresso in Giunta Salvatore Avola (in rappresentanza del Pd), Giovanni Caruano (anch’egli espressione del Pd) e Maria Concetta Fiore(in rappresentanza della Lista Civica Incontriamoci). All’esito della verifica, il Sindaco ha proceduto anche alla nomina degli altri due esperti: Fabio Prelati (Sport e Politiche giovanili) e di Giuseppe Mascolino (protezione Civile) morto all’improvviso a causa di un problema cardiaco, nel dicembre del 2012. Sempre in quell’occasione la presidenza Emaia fu affidata a Giovanni Denaro e Rosa Perupato venne nominata consulente, a titolo gratuito, per le Pari Opportunità.

Tante, dopo l’uscita di Sel e dell’Udc, le accuse a Nicosia di aver imbastito una giunta monocolore, lo stesso, però, ha sempre detto di poter andare avanti fino a fine mandato.