Colti sul fatto e arrestati due topi d’appartamento

0

Nella serata di Sabato u.s., un assistente di Polizia in servizio presso il Commissariato di Vittoria, in quel momento non a lavoro, transitando per via XXIV Aprile angolo via Cacciatori delle Alpi, notava tre soggetti in atteggiamento sospetto nelle immediate vicinanze di un’abitazione;  i tre stavano armeggiando su una finestra, con probabili intenti criminosi;  tra i soggetti che vedeva riconosceva il noto pregiudicato ed attualmente Affidato in prova al S.S. VENTURA Angelo nato a Vittoria il 15/09/1984.

L’operatore della Sala Operativa del Commissariato, avvisato telefonicamente dall’Ass.te che nel frattempo continuava a tenere i tre individui costantemente sotto osservazione ma in posizione defilata, inviava una Volante che si trovava nelle immediate vicinanze.

I tre agenti decidevano a quel punto di intervenire per  bloccare i tre ladri ancora intenti ad armeggiare sulla finestra, sorprendendo il VENTURA Angelo, ancora con uno scalpello in mano che tentava di salire sulla soglia dell’infisso nel palese tentativo di introdursi all’interno dell’abitazione aiutato dagli altri due complici.

Alla vista degli operatori, i tre soggetti si davano a precipitosa fuga, due percorrendo via Cacciatori delle Alpi in direzione di via F. Maltese ed uno percorrendo via Cacciatori delle Alpi in .direzione di via C. Coria; in tale frangente, VENTURA Angelo lasciava cadere a terra lo scaIpello tenuto in mano (successivamente recuperato dagli operanti e posto sotto sequestro).

Durante l’inseguimento dei tre individui, gli operatori riuscivano a bloccarne solo due mentre il terzo riusciva a dileguarsi, facendo perdere le proprie tracce.

I due soggetti bloccati venivano prontamente identificati e sottoposti a perquisizione personale ex art. 352 C.P.P. ed indosso al MANGIONE Antonino (secondo arrestato nato a Vittoria il 17/08/1989 sino a quel al momento incensurato) veniva trovato un coltello a serramanico.

Entrambi gli uomini  a quel punto sono stati accompagnati in stato di arresto presso il Commissariato di Polizia per le procedure di rito. Il Ventura è stato inoltre segnalato per la violazione dell’affidamento in prova, infatti quale sottoposto a tale misura viola le prescrizioni imposte commettendo reati, mentre il Mangione è stato segnalato anche per il possesso di armi.

Su disposizione dell’AG procedente sono stati sottoposti agli arresti domiciliari ove rimarranno a disposizione in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.