Una testimonial d’eccezione per il Nuovo Nissan Qashqai

18

Antonia Goetz ha vissuto per vent’anni a Londra, dove ha calcato le passerelle più autorevoli dell’alta moda, indossando i capi delle prestigiose maison Burberry ed Armani, per citarne alcune. Inoltre è stata protagonista di set fotografici per riviste del calibro di Vogue Italia, Cosmopolitan ed Elle. Inoltre ha posato per lo shoowroom della stilista tedesca Jil Sander. Insomma sarà la sua bellezza seducente ad esaltare il profilo estetico del nuovo crossover giapponese. Sabato sera, l’eleganza di questa donna racconterà la versatilità di un modello che ha fatto storia e strada sin dal suo esordio sulla scena automobilistica internazionale.

foto N° 2 Antonia Goetz

Antonia Goetz esalterà i modelli Nissan, ma nulla dovrà esser dato per scontato perchè anche in questo caso la suspence e l’improvvisazione saranno elementi fondamentali nell’ambito della serata organizzata dalla concessionaria Giannì Motors.

“Da due anni e mezzo vivo a Ragusa – ha anticipato Antonia – insieme al mio compagno e ai miei due bimbi di sette e sedici mesi. Una terra meravigliosa che mi ha dato la possibilità di vivere esperienze gratificanti. Sono lieta di presentare Qashqai, che rappresenta l’avanguardia del bello e del raffinato, in una location strepitosa”.

La bellezza, in generale, sarà ulteriormente esaltata dallo spettacolo di luci ed effetti visivi, utilizzando fari, diapositive, laser e mappature in sicro con la musica, abilmente gestiti dai vj Andrea Criscione e Giovanni Mezzasalma. Tutto ciò che ruoterà attorno al mondo del Nuovo Qashqai sarà uno spettacolo multitasking che non mancherà di stupire i tanti ospiti.

“Il nostro obiettivo – ha anticipato il titolare dell’omonima concessionaria Mario Giannì – rimane quello di coinvolgere i nostri ospiti e renderli sempre protagonisti delle scelte aziendali compiute, presentando loro un’auto straordinaria, le cui caratteristiche saranno tutte esaltate dal contenitore che è stato allestito per l’occasione, sabato 1 marzo a Poggio del Sole”.