Giorgio Mirabella: “Ecco perché ieri sera ho abbandonato i lavori”

0

Sovvertite le regole democratiche e i ruoli istituzionali al consiglio comunale di Ragusa. Ragion per cui, nel suo ultimo intervento in aula nella seduta di ieri, il consigliere Giorgio Mirabella di Idee per Ragusa, ha abbandonato i lavori.

“Che i consiglieri si intestino battaglie per la città è cosa buona e giusta, e giustifica la presenza di ciascuno di noi all’interno del Consiglio comunale. Tuttavia mi appare strano e non ho notizia di episodi precedenti in tal senso, che un consigliere di maggioranza si possa arrogare il compito di chiedere, secondo sua valutazione, preventivi per la sistemazione e riparazione di un ascensore, nel caso specifico della scuola media Paolo Vetri. Che io sappia, a meno che non sia stato modificato il regolamento in corso d’opera da questa Amministrazione, la richiesta di preventivi deve essere effettuato dagli uffici competenti, su indicazione della Giunta. Mi chiedo dunque secondo quale principio o norma un consigliere, sia pure esso componente della maggioranza consiliare, possa arrogarsi tale compito, a meno che non abbia ricevuto esplicito mandato formale dalla stessa Giunta. Ricordo che nella precedente legislatura, l’allora sindaco Dipasquale attribuì, formalmente, ad alcuni consiglieri della sua maggioranza delle deleghe assessoriali, che implicassero il fatto di poter avere un ruolo, in alcuni casi decisionale nei confronti degli uffici comunali, avvalendosi proprio di tale mandato, messo esplicitamente per iscritto. Che mi risulti il sindaco e la sua giunta non hanno adempiuto a tale passaggio, dunque, mi chiedo e chiederò al Segretario Generale, se un consigliere può agire in tal modo, sprezzante dei regolamenti e delle procedure. Se così fosse, allora ritengo che ciascuno di noi possa agire in modo indiscriminato in questi modo. Ma ciò che mi ha indotto ad abbandonare i lavori, già abbastanza surriscaldati proprio per il clima di contrapposizione che si registra ad ogni piè sospinto, è stato l’atteggiamento di alcuni consiglieri di maggioranza che, facendo ancora una volta appello alla forza dei numeri, hanno chiesto a due consiglieri di opposizione di ritirare un ordine del giorno, peraltro condiviso su scala nazionale, relativo all’adesione al progetto “Più scuola meno mafia ed interventi educativi presso le scuole” presentato dai consiglieri del Pd, in quanto, a loro dire, ritenuto poco articolato. Si tratta di un’adesione ad un progetto che per valenza ed eticità si commenta da sé, dunque perchè non si sarebbe potuto procedere normalmente, e con senso civico, ad un’approvazione a maggioranza, piuttosto che, come accaduto, rendere strumentale e oggetto di polemica anche una simile iniziativa? Non trovando una risposta e non comprendendo questo clima ostile e poco costruttivo che a tutti i costi deve essere messo in atto, ho ritenuto più doveroso, lasciare i lavori e fare in modo che gli animi si rasserenassero da parte di tutti.

 

Giorgio Mirabella

Consigliere comunale Idee per Ragusa