Mai e poi “Mai”: il giovane regista Poidomani gira nella sua città, Modica

1

Gran parte della sua formazione artistica e professionale l’ha fatta negli States, tra New York e Los Angeles, dove l’anno scorso ha girato Disruption, un corto dedicato alle storie di ordinaria follia che di tanto in tanto sconvolgono l’America.
Lo scorso mese di luglio, a Venezia, ha ricevuto il Premio Mattador per la sceneggiatura di Crisci Ranni, commovente storia del percorso di crescita di Zaiko, un bambino di sette anni dotato di grande forza emotiva e capacità visiva.

Ora, per la prima volta, Giulio Poidomani, 29 anni, ha deciso di venire a girare nella sua città: Modica.
Tra qui e Siracusa sta dirigendo proprio in questi giorni – ieri mattina il set è stato sulla scalinata di San Giorgio – le riprese di Mai, un cortometraggio felicemente ispirato a L’avventura di Michelangelo Antonioni, che racconta però una storia d’amore e di delusione omosessuale: una ragazza approda in Sicilia per riconquistare la sua donna, perduta, e si ritrova a vagare infelice tra le strade di Modica, fino ad accettare – come chi non ha più niente da perdere – il corteggiamento di un ragazzo che la porta fino ai piedi della Fonte Aretusa, a Siracusa, raccontandole la triste storia della ninfa e di Alfeo.

Un plot pensato, insomma, proprio per questi posti “dove abbiamo trovato un’accoglienza straordinaria”, racconta la produttrice Isabella Roberto: “Oltre alla grande disponibilità dei Comuni di Siracusa e Modica, che ci hanno assistito in tutto e per tutto sotto il profilo logistico e della viabilità, in funzione delle riprese, dobbiamo davvero ringraziare la comunità modicana, che ha dato una grossa mano al progetto anche attraverso contributi e sponsorizzazioni tecniche”.
Protagonisti del corto saranno Alessandro Gangi, già nel cast di Squadra Antimafia, Flavia Ripa, che proprio in queste settimane sta girando nei teatri italiani con “Santi balordi e poveri Cristi”, e Ilaria Ambrogi, attrice, scrittrice e regista che vive e lavora a New York.

Il corto è prodotto dall’associazione culturale Purple Roads Pictures, che Isabella Roberto e Giulio Poidomani hanno fondato insieme: “Solo che” conferma lei “dopo tanti lavori fatti fuori, Giulio voleva fare una cosa nella sua città, mostrandone anche i lati nascosti”.
E insieme promettono che sarà Modica la sede della prima, probabilmente già la prossima primavera.