Bilancio in chiaroscuro per il Rugby Audax Clan

2

Dopo una settimana di allenamenti guidati da Ryan Dunnett, sabato le under 14 del Rugby Audax Clan sono state messe giù dal Cus e dal San Gregorio, domenica al Paolone la under 18, in formazione fortemente rimaneggiata per assenze e infortuni, ha ingoiato un boccone amaro dai pari età dell’Amatori Catania, squadra quadrata e pesante che ha comunque sofferto non poco nei momenti in cui la nostra linea di 3/4 riusciva a prendere il campo. Una partita in cui si sono presentati diversi errori in fase di conclusione e un pizzico di sfortuna. 35 a 29 il risultato della Under 18 con 5 mete per parte ma, a far la differenza, è stata la precisione nelle trasformazioni da parte dell’Amatori e, al contempo, la scarsa precisione da parte della rappresentativa RAC. Sempre per quanto riguarda l’Audax, l’under 16 ha dimostrato di crescere sempre di più ed il risultato, 14 a 53, lo dimostra lasciando ben poco ai commenti. I ragazzi hanno dedicato questa vittoria al loro Capitano Paolo Cicciarella, assente per un grave lutto in famiglia.

La ciliegina della giornata c’è arrivata dalle ragazze che per la prima volta in uscita ufficiale hanno dimostrato di aver compreso i fondamenti del rugby affrontando una squadra sicuramente più esperiente e più solida. Il risultato, 21 – 12, significa poco : quello che conta è l’aver messo piede sul campo da gioco partecipando a pieno titolo alla Coppa Italia Femminile a 7. E se a mettere in campo la squadra femminile sono stati l’Amatori Catania, la società più blasonata di Sicilia, e l’Audax, la società più giovane di Sicilia, vorrà pure dire qualcosa.