L’Usd Ragusa si prepara al derby di domenica con il Comiso

0

Si riparte, dopo il turno di riposo. E gli azzurri sono chiamati a riprendere il cammino da Comiso, per il primo dei due derby previsti in queste ultime tre sfide del girone d’andata (l’altra sfida tutta iblea è proprio all’ultima giornata, il 14 dicembre, contro il Santa Croce).

Dopo un’intera settimana di allenamenti e l’abituale rifinitura del venerdì, sono 18 i giocatori azzurri che Salvatore Utro, tecnico dell’USD Ragusa, ha convocato per l’importante sfida di domenica 30 novembre, ore 14.30 allo stadio di via Anton Cechov, contro i verde-arancio del Comiso. Questa la lista:

PORTIERI: Caruso e Capocasale.
DIFENSORI: Milazzo, Nigro, Iapichino, Di Pasquale, Cicero, Scribano.
CENTROCAMPISTI: Li Castri, Bennardo, Tumino, Larosa, Terranova
ATTACCANTI: Vicari, Pecorari, Valerio, Corso e Tomeo.

Tra gli indisponibili: gli infortunati Sansan, Bucchieri, Cavone (che sta recuperando dallo strappo muscolare e dovrebbe rientrare in gruppo la prossima settimana) e Puglisi che deve scontare un turno di squalifica.

“Dieci punti loro, dodici noi”, commenta mister Utro: “basta questo a dire quanto sarà dura la sfida. E poi domenica si gioca un derby che storicamente ha sempre rappresentato molto per le due città. So per certo che, al di là del particolare momento, loro daranno tutto per spuntarla contro di noi. Ma noi siamo il Ragusa e non dobbiamo mai dimenticarlo”.

L’USD Ragusa riparte dal due a zero casalingo contro l’ASD Sporting Priolo: “Quella è una partita passata. Domenica ne affronteremo un’altra ancor più tosta. Dobbiamo stare con i piedi per terra, come ho detto ai miei ragazzi, in questi giorni. Testa bassa e pedalare. Anzi, correre: abbiamo il dovere di recuperare il terreno perduto. Domenica abbiamo riposato ma non dobbiamo perdere la spinta delle ultime tre prestazioni. Noi andiamo a Comiso per fare, come sempre, la partita”, conclude mister Utro.

Rinfrancati dagli ultimi tre risultati utili consecutivi, gli azzurri vogliono allungare la striscia positiva: “Compreso il derby di domenica, sono ancora tre le partite d’andata. E i ragazzi sanno che dobbiamo farle al massimo, per chiudere bene un girone strano che non ci ha regalato grandi soddisfazioni, nonostante l’impegno e il gioco mostrato. E poi vincere un derby ha sempre un sapore speciale e un’importanza particolare per la nostra autostima e per continuare a mettere punti in cascina”.