Parterre di importanti artisti il 6 dicembre a Ragusa per “Musica per l’Accoglienza”

1

Tra una settimana, dunque sabato 6 dicembre, Ragusa ospiterà la manifestazione “Musica per l’Accoglienza”, promossa dalla Fondazione Integra, con l’organizzazione della regista ragusana Tiziana Bosco, e il patrocinio del Comune, Assessorato alla Cultura. Lo spettacolo, in programma alle ore 21, si terrà al teatro Tenda.
Numerosi gli artisti che si alterneranno sul palco, in una staffetta della solidarietà per affermare l’accoglienza e l’integrazione. A presentare la manifestazione, il giornalista Salvo Falcone e la conduttrice Alessia Belluomo.
Sul palco, come annunciato, ci sarà anche la cantante ragusana Deborah Iurato che nel corso dell’esibizione presenterà, nella sua città, il suo ultimo cd ‘Libere’. Nomi importanti si presenteranno sul palco, a cominciare dalla new entry del cantante Giò Di Tonno, Tony Vandoni direttore artistico e musicale di Radio e Video Italia; Piero Cassano autore musicale dei Matia Bazar; Fabio Perversi tastierista e compositore dei Matia Bazar; Maria Grazia Fontana vocal coach di ‘Tale & Quale Show’ e l’attore Domenico Centamore che, tra l’altro, è testimonial del percorso che ha intrapreso, nel capoluogo ibleo, la Fondazione Integra. Il ricavato del costo del biglietto di ingresso, pari a 6 €, sarà interamente devoluto in beneficenza alla Fondazione Integra per contribuire a sostenere la realizzazione del progetto di un centro di accoglienza per minori immigrati non accompagnati.
Il Cara di Mineo è il luogo da dove questo progetto ha mosso i primi passi.
Ricordiamo infatti che tutto ha inizio con il docufilm, interamente girato al Cara, della regista Tiziana Bosco, che lo scorso ottobre è stato presentato a Ragusa, dopo esser stato proiettato l’anno prima alla Camera dei Deputati.
“Vogliamo creare un filo conduttore con tutto ciò che orbita nella sfera dell’accoglienza e dell’integrazione. – ha spiegato il presidente della Fondazione Integra Salvo Calì – Ogni tassello che aggiungiamo a questo percorso è fondamentale. E ci aspettiamo una importante risposta da parte della città di Ragusa, che abbiamo appositamente scelto come seconda tappa siciliana, dopo Catania, per sensibilizzare sulla necessità di creare un centro per minori immigrati non accompagnati. Anche questo è un aspetto di civiltà, a cui non vogliamo sottrarci. Da qui l’idea della proiezione del docufilm e poi di organizzare questa serata musicale al teatro Tenda di Ragusa, dove sul palco oltre agli importanti artisti che hanno condiviso con noi il percorso, si esibiranno venti giovani cantanti che saranno selezionati e giudicati da un’apposita giuria affinché il loro percorso professionale possa avere una svolta o comunque una possibilità di realizzazione. Siamo fiduciosi – ha concluso il Presidente Calì – che la generosità della popolazione iblea anche in questo caso darà un’importante dimostrazione e sarà determinante nel progetto che abbiamo intrapreso”.
L’appuntamento dunque è per sabato 6 dicembre a partire dalle 21 al teatro Tenda di Ragusa.