30% in meno nell’indennità di carica. Così, a Ragusa, il M5S sistema le scuole

1

Nel corso del 2014 i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle a Ragusa si sono decurtati il 30% dell’indennità di carica.
Grazie a questa iniziativa, nelle casse del Comune sono risparmiati circa 30.000 euro e adesso buona parte di questi soldi, 22.000 euro, sono stati impiegati per l’acquisto e la sistemazione di arredi scolastici a favore di otto scuole della città. Il resto servirà per attività da portare avanti in ambito sociale.

Senza dubbio un bel traguardo, come evidenziato dai consiglieri comunali pentastellati di Ragusa, Massimo Agosta e Maurizio Stevanato.

Queste le loro parole:

Nel corso dell’annualità 2014, ciascun consigliere pentastellato ha lasciato nelle casse del comune di Ragusa, con l’istituzione di un apposito capitolo di spesa, il 30% dell’indennità di carica, per un ammontare di circa 30.000€. Di cui 22.000€, come da comunicazione giunta dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione che ha dato seguito alla determina dirigenziale N° 2718 del 31.12.2014, sono stati impiegati, attraverso l’attivazione della procedura di acquisito tramite mercato elettronico, per arredi scolastici a favore di ben otto istituti scolastici ricadenti sul territorio comunale.
La restante somma sarà spesa per altre attività nell’ambito sociale.

Dunque armadi, sedie, banchi, panche, tavoli per l’infanzia, cattedre e notebook a sostegno dell’attività didattica sono stati comprati, in base alle esigenze di ciascun istituto scolastico, per i Circoli ‘Mariele Ventre’, ‘Palazzello’, ‘Paolo Vetri’ e per gli istituti comprensivi ‘Berlinguer’, ‘Crispi, ‘Vann’Antò’, ‘Schininà’ e ‘Quasimodo’. Nuovi arredi che vanno a sostituire quelli oramai logori e per incrementare gli strumenti informatici a sostegno dell’attività didattica.

Ci permettiamo di esprimere la nostra più grande soddisfazione per il risultato ottenuto, perseguito sin dai mesi immediatamente successivi all’insediamento di questa nuova amministrazione e del nuovo consiglio comunale. Con buona parte della somma ottenuta e parsimoniosamente messa di lato abbiamo dato ristoro ad una realtà, quale quella scolastica, che la cittadinanza di Ragusa. Finalmente alunni e docenti potranno avere strumenti di lavoro e di studio nuovi, il tutto senza gravare ulteriormente alle già asfittiche casse comunali.

Un grazie di cuore va rivolto a tutti i consiglieri del Movimento Cinque Stelle che hanno sostenuto con forza tale iniziativa. La stessa sarà riproposta anche per l’annualità in corso, in modo da raggiungere una determinata somma da impegnare a fine anno in altri progetti che possano essere d’aiuto alla comunità ragusana. Il tutto a dimostrazione del fatto che l’impegno di essere consiglieri comunali lo viviamo come una vera e propria missione a favore esclusivamente del cittadino e dei bisogni che la città ha.