Vetrina scolastica 2015, al via a Comiso la fase finale

0
vetrina_scolastica

Gli adolescenti, i ragazzi e i bambini di Comiso dal 3 all’8 giugno diverranno protagonisti assoluti a Comiso con la fase finale della Città dei ragazzi Vetrina scolastica 2015 che si svolgerà presso il cortile della Fondazione Bufalino.

“Quest’anno il progetto ha avuto grandi numeri di partecipazione – ha dichiarato Gigi Bellassai, presidente del Consiglio Comunale50 classi, 100 insegnanti e oltre 1500 studenti delle cinque dirigenze scolastiche di Comiso e Pedalino”.

L’iniziativa prenderà il via con l’inaugurazione alla presenza delle autorità cittadine, dei dirigenti scolastici, dei Baby Consiglieri e del Garante per i diritti dell’Infanzia, alle 10.00 del 3 giugno con alcune esibizioni e la passeggiata dei valori. Tutti i pomeriggi a partire dalle 17.30 sul palco si susseguiranno undici rappresentazioni teatrali, due presentazioni di libri, dieci proiezioni di cortometraggi, quattro esibizioni di orchestre scolastiche e due letture di poesie e testi. Inoltre saranno esposti decine di cartelloni, manufatti artistici rappresentanti lo stemma araldico del Comune di Comiso, e numerosi progetti scientifici relativi al concorso giovani e scienze. I giovanissimi faranno sentire la loro voce a conclusione di un lavoro lungo un anno, che ha coinvolto verticalmente tutte le scuole casmenee con esperienze pedagogiche per migliorare la qualità della vita della nostra comunità. ”

“A cura del Consiglio Comunale dei Ragazzi – ha dichiarato Sofia Sallemi, Baby sindaco – nel contesto dell’evento, sabato 6 giugno alle 20.45 sul maxi schermo sarà trasmessa in diretta la finale di Champions Juventus-Barcellona, per consentire a tutti di condividere una emozione sportiva collettiva”.

L’importanza  di questa filosofia di governo della città – ha spiegato il primo cittadino Filippo Spataro – sta nel fatto che la capacità di rispetto della natura e del territorio, di salvaguardia della salute, di qualità nelle relazioni umane, di solidarietà, non può trovare soluzione al di fuori di una nuova idea di appartenenza e di partecipazione, di un esercizio di consapevolezza e di responsabilità, che sono le idee portanti di queste iniziative. Crediamo con caparbietà, a questa idea di amministrazione, e quindi è necessario mettere al centro della nostra azione un percorso culturale che deve vedere la partecipazione come concezione e non come concessione, puntando ad un coinvolgimento diretto di bambine e bambini, ad un nuovo protagonismo legato al territorio, perché si ama e ci si batte per ciò che si sente vicino, che appartiene anche sotto l’aspetto emozionale; dentro questo impegno si trova il meglio della città che amiamo.

“Ho seguito con grande attenzione le attività svolte quest’anno dagli studenti nella Città dei Ragazzi – ha aggiunto l’assessore Fabio Fianchino –  promuovendone alcuni. Essi sono il risultato di una visione positiva della città di un profondo senso civico che aiuta a costruire una comunità attenta ai diritti di cittadinanza e che ci fa guardare con speranza al futuro. Chiediamo a tutti di condividere con i nostri ragazzi ancora una volta, le emozioni e le passioni che animano le tante attività della Città dei Ragazzi Vetrina Scolastica 2015“.