Appalto vigilanza al Palazzo di Giustizia di Ragusa, 11 persone indagate dalla Gdf

1

Undici persone sono state rinviate a giudizio dalla Guardia di finanza di Ragusa, in seguito ad indagini coordinate dalla procura della repubblica, per il servizio di vigilanza degli impianti di sicurezza e di vigilanza integrale del palazzo di giustizia di Ragusa.

Le stesse dovranno comparire davanti al Gip per i reati di truffa aggravata e continuata in concorso, turbata libertà degli incanti, falsità ideologica ed abuso di ufficio. Si tratta del rappresentante legale della ditta aggiudicataria del’appalto bandito nel 2011, che ha presentato un ribasso del 24,47% sull’importo a base d’asta di circa un milione e 200mila euro; il direttore tecnico della società, un consulente del lavoro di Catania; ed ancora due funzionari ed un dirigente del centro per l’impiego di Ragusa che dovranno rispondere di abuso di ufficio e falso ideologico; due dirigenti ed un funzionario del Comune di Ragusa quali presidente del seggio di gara, presidente e componente delle commissioni di valutazione; un funzionario dell’Inps di Catania che dovrà rispondere di abuso d’ufficio per avere omesso di effettuare il dovuto controllo ed un dirigente dell’assessorato regionale dipartimenti lavoro ed impiego di Palermo che dovrà rispondere di abuso d’ufficio.