Giovanni Dall’O’ e Deborah Italia ritirano primo premio Poggio Bustone

2
bustone

Nuovo importante successo per Shine Records e per la cantante Deborah Italia. Il presidente dell’Associazione Shine Records di Ragusa, il compositore Giovanni dall’O’, e la cantante Deborah Italia hanno vinto il primo premio del concorso nazionale Poggio Bustone. In questi giorni, sono stati a Roma, a ritirare il premio, insieme all’altra anima di Shine Records, Vera Sorrentino.

Negli studi di Forward Studios, gli artisti hanno mixato ‘Fra i silenzi di uno sguardo‘, brano scritto dieci anni fa da Giovanni Dall’O’ che ha curato anche la musica e gli arrangiamenti. L’interpretazione è stata a cura di Deborah Italia. Vera Sorrentino ha svolto il ruolo di assistente alla produzione, fornendo importanti contributi creativi. La registrazione di tutti gli strumenti e l’arrangiamento sono stati realizzati da Shine Records a Ragusa. Luca Passafiume ha registrato le parti del violino dando il suo personale apporto con la sua interpretazione musicale.

“Sono lusingata – ha commentato Deborah Italia –  di aver vinto questo premio che ci ha dato la possibilità di mixare all’interno di uno dei più grandi studi di registrazione italiani. Un’esperienza che ci consente di crescere artisticamente, oltre alla soddisfazione di aver conquistato il primo premio, ritenuto un’opportunità per continuare a fare bene e meglio”.

“Mi ritengo molto soddisfatto – ha detto Giovanni Dall’O’ –  sia dell’esperienza vissuta che del risultato portato a casa. Abbiamo avuto modo di confrontarci con professionisti della musica a livello nazionale, che ci hanno dato l’ulteriore impulso per procedere nella strada intrapresa. E così stiamo già lavorando alla copertina del singolo e al soggetto di un videoclip che accompagnerà l’uscita del brano”.

Fra i silenzi di uno sguardo” era originariamente un brano rock. Fondamentale, si è rivelata l’intuizione di Vera Sorrentino che ha proposto di riarrangiarlo. E così grazie all’interpretazione di Deborah Italia, resa ancora più accattivante dalla teatralità della sua gestualità e dalla sua voce avvolgente, ne è nata una nuova versione.

“Il nostro – hanno spiegato Giovanni e Vera – è uno stile molto particolare che miscela le caratteristiche della colonna sonora da film e quelle della musica d’autore, con molta teatralità e gestualità sia nell’esecuzione che nelle orchestrazioni, pur restando all’interno di un filone che può essere definito ‘commerciale’, perché fruibile da un pubblico molto vasto e di tutte le età. Qualcuno ha pensato di definirlo ‘Colossal Music’”.

“Inoltre – ha specificato Vera Sorrentino – questa esperienza mi ha consentito di interfacciarmi con professionisti specializzati nella post-produzione, dandomi la possibilità di sperimentare risvolti importanti per la mia professione”.

Il fonico che ha curato il mixaggio è stato Stefano Quarta che ha fornito utili suggerimenti. I Forward Studios hanno deciso di valorizzare ulteriormente il progetto di Shine Records, realizzando il mastering professionale del pezzo, a cura di Carmine Simeone.