Il sorriso di Andrea conquista il ‘cuore’ del mondo. All’Onu standing ovation

70
Foto tratta dal profilo facebook di Andrea Pirlo

Andrea Caschetto continua a viaggiare.

Questa volta però, non ha fatto tappa in un’orfanotrofio, ma a New York nella sede dell’Onu.

Standing Ovation
Foto tratta dal profilo Facebook di Andrea Caschetto

Andrea infatti, è stato invitato per raccontare il suo viaggio solidale in giro per il mondo, per narrare le sue esperienze, i suoi incontri con culture diverse, ma soprattutto con i bambini, quei bambini che nonostante non abbiano nulla, riescono a donare tutto il loro essere con un semplice sorriso.

Tanti i nomi illustri presenti in questi giorni all’Organizzazione delle Nazioni Unite, in cui come ospiti italiani, oltre ad Andrea Caschetto, sono stati invitati anche Andrea Pirlo ed Enrico Letta.

Farò di tutto per dimostrare come il sorriso può essere l’aria di un mondo nuovo” aveva dichiarato dalla sua pagina Facebook, prima di raccontare la sua storia davanti a 2000 studenti provenienti da ogni nazione  “il mio obiettivo è di ispirare ogni paese del mondo”.

E la storia di Andrea, giovane ragusano, ha già ispirato davvero tantissime persone.

Un tumore al cervello scoperto poco più di dieci anni fa, la difficile lotta contro quel male. Una battaglia vinta, ma che ha inevitabilmente segnato la vita di Andrea, che racconta spesso “Mi risvegliai smemorato e con una pessima capacità di concentrazione”.

Ma dopo il primo periodo in cui faticò a ripartire, Andrea ritrovò la sua strada. Quattro anni dopo partì per l’Africa e al suo ritorno in Sicilia fu il primo a sorprendersi di ricordare ogni volto, ogni sorriso e ogni incontro.

Un nuovo inizio per Andrea che dai suoi viaggi  in giro per il mondo è riuscito ad insegnare a tutti noi che ogni esperienza, anche la più tragica, si può trasformare in qualcosa di positivo e perfino magico.

Stesso insegnamento che ha voluto portare all’Onu, dove ha conquistato  tutti con il suo contagioso sorriso, con la sua ‘folle’ energia e la sua positività, che è stata ricevuta come un grande dono,  al quale il pubblico ha risposto con una travolgente standing ovation.