Il tragico racconto dei superstiti: “Venticinque compagni di viaggio annegati”

0
I superstiti: altri 25 morti

La Polizia ha fermato lo scafista del gommone salpato dalla Libia con 125 migranti. Due i cadaveri giunti a Pozzallo, 99 i superstiti; i testimoni riferiscono di circa 25 compagni di viaggio annegati durante le fasi di soccorso.

Due migranti trasportati in elicottero presso l’ospedale di Lampedusa perché in gravi condizioni di salute.

Avevano pagato 1.000 dollari cadauno per raggiungere l’Europa, poi il gommone si è bucato e quando hanno visto la nave mercantile si sono agitati e sono caduti quasi tutti in acqua.

“Chi non sapeva nuotare è andato subito a fondo”.

Tra i superstiti anche un ferito d’arma da fuoco: “Nella connection house in Libia c’è stata un po’ di confusione per il mangiare ed uno dei vigilanti ha sparato ad altezza d’uomo ferendomi ad un braccio”.

Le indagini su uno degli altri gommoni soccorsi hanno portato all’arresto di un altro scafista.

Salgono a 55 gli scafisti fermati nel 2016 (16 minori); nel 2015 sono stati 147.

La Polizia di Stato ha trasferito immediatamente 300 migranti, gli altri saranno trasferiti nelle prossime ore.

Nel 2016 all’Hot Spot di Pozzallo hanno già fatto ingresso 5.221 migranti in occasione di 15 sbarchi.